“Avrò cura di te” – Massimo Gramellini, Chiara Gamberale Nessun Voto

0

"Avrò cura di te" - Massimo Gramellini, Chiara Gamberale

Trama:

Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto. La notte di San Valentino, Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all'angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, ma anche il coraggio, di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. L'angelo ha un nome: Filèmone, ha una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Di ascoltarla come non si è mai ascoltata. Nasce così uno scambio intenso, divertente, divertito, commovente, che coinvolge anche le persone che circondano Giò. Uno scambio che indaga non solo le mancate ragioni di Giò: ma le mancate ragioni di ognuno di loro. Perché a ognuno di loro, grazie a Filemone, voce dell'interiorità prima che dell'aldilà, sia possibile silenziare la testa e l'istinto. Per ascoltare il cuore. Anche e soprattutto quando è chiamato a rispondere a prove complicate, come quella a cui sarà messa davanti Giò proprio dal suo fedele Filèmone, in un finale che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.


 Recensione:

Massimo Gramellini è un autore di opere introspettive.
Chiara Gamberale, autrice diretta, la definirei di "sostanza".
Insieme, un'accoppiata vincente.

Chiara Gamberale in questo meraviglioso libro sarà Gioconda, una donna alla ricerca disperata di risposte per dare un senso al rumore presente nella sua testa. 

Testarda a tal punto da non volerle ricevere esternamente, vorrebbe in realtà che queste risposte alle sue mille domande fossero quelle sue piuttosto che quelle giuste. (Come tutti noi del resto)
Massimo Gramellini è Filèmone, un angelo, che come cita il libro stesso vorrebbe condurla " in braccio, fino a quando Gioconda non sarà in grado di camminare sulle sue gambe."
Non sarà affatto semplice e non mancherà lo sconforto, persino per un angelo preparato come lui.

A volte capita così quando si vorrebbe il bene degli altri e questi altri son concentrati solo sul proprio dolore, tanto da non prendere neanche in considerazione la prospettiva che si mostra al di là del proprio naso. 

 
Di solito quando leggo molte frasi di un sol libro sparse sui social, dentro me suona un campanello d'allarme. Questo libro in passato l'avevo scartato a priori molte volte proprio per questo motivo. 
Poi un giorno, le frasi si sono fermate, ed una persona me l'ha consigliato. D'istinto l'ho comprato...
 
Una storia meravigliosa, un libro originale, al contrario di ciò che leggevo in giro io non ho trovato molte frasi, ma quelle che ho trovato le ho sentite sotto pelle...
Lo consiglio vivamente.
Una volta terminato è davvero dura cominciare un nuovo libro. [©Anna Rita Paolicelli]
 
 
 
 Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Vi suggeriamo di leggere i libri che vi proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora voleste esprimere la vs opinione inviate commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro website.

 

Vota ora