“Il viaggio di Runk” – Annalisa Arcoleo Nessun Voto

0

"Il viaggio di Runk" - Annalisa Arcoleo

AUTORE: Annalisa Arcoleo

TITOLO: "Il viaggio di Runk"

GENERE: Narrativa italiana

 

Frasi:

”Per lui, amare non significa possedere qualcuno, ma al contrario vuol dire fare il massimo per dargli quella felicità che perdurerà nel tempo, con o senza di lui. Significa riaccendere qualcosa di dimenticato ed evitare che si spenga nel tempo. “
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

 

”Il cielo è uguale per tutti, da qualunque parte del mondo lo stai guardando. E c'è sempre una stella, quella che ai tuoi occhi è la più bella e la più luminosa, che è lì per te. A guardarti, a proteggerti e a farti sentire amato.”
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

 

Si chiede se anche per gli umani sia così, se c'è un momento in cui si passa dalla gioia e dalla carica che viene accesa dalla curiosità, dalla voglia di vivere e imparare, al buio. A quel momento in cui non sei più tu, non ti riconosci, non sai chi sei e hai una tale confusione in testa che si trasforma semplicemente in noncuranza. Apatia. Non importa cosa succederà, non importano i perché. Non si aspetta neanche più.”
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

 

”Non è facile descrivere il nulla assoluto, il non sentire assolutamente niente. Fa quasi rumore. Sembra che tutto sia fermo, nonostante i pensieri che scorrono siano lì a dimostrarti che ci sei ancora.”
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

 

”Che cosa potente l'amore, in grado di risvegliarti da un sonno profondo, di far scatenare in te quella voglia di vivere che avevi dimenticato. È la cosa più forte e più bella che appartiene agli essere umani.”
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

 

”Ma le donne spesso commettono questo errore, cercano di andare avanti e di aggiustare il rapporto. A volte non è riparabile.”
[Annalisa Arcoleo - Il viaggio di Runk]

Vota ora