“Un momento di chiarezza” – Silvia Trevisone Nessun Voto

0

"Un momento di chiarezza" - Silvia Trevisone

AUTORE: Silvia Trevisone

TITOLO: "Un momento di chiarezza"

EDITORE: Bookabook

 

Descrizione:

Daisy non ha ancora capito qual è il suo posto nel mondo. Ha buttato all'aria una promettente carriera come chimico e ora vive di lavoretti saltuari. Non ha rapporti con nessuno, neanche con la sua famiglia, di cui non si è mai sentita davvero parte, e abita in un monolocale che la nasconde come una tana dal resto del genere umano. Finché un giorno entra in una strana caffetteria e si avvicina a un ragazzo con lo sguardo triste. Improvvisamente il meccanismo della vita si rimette in moto. Un prete comprensivo, una vicina di casa con un brutto segreto e un cane intuitivo irromperanno nella fortezza di solitudine in cui Daisy ha vissuto negli ultimi dieci anni, portandola a confrontarsi con i genitori e la sorella e, soprattutto, con la persona che vede riflessa nello specchio ogni mattina.negozio di libri e ha deciso di descriverla. Un romanzo che ricorda a tutti noi come il fascino delle librerie sia intramontabile. E che spesso quei luoghi pieni di scaffali polverosi nascondono sorprese inaspettate.


Recensione:

 

C’è una lei. C’è un lui. Si incontrano. Si innamorano. Banale? Per niente. Nel mondo contemporaneo è ormai difficile stupire il lettore, perché sembra che tutto sia già stato scritto, e sembra di avere già letto tutto. Ed è qui che entra in gioco il talento, quel tipo di talento che innegabilmente ti fa capire che non è tanto quello che si scrive, quanto come lo si scrive.
Mi è davvero molto difficile recensire questo libro: ho la grandissima responsabilità di trasmettere qualcosa che è facile da vivere, e difficile da raccontare.
I dialoghi e i pensieri sono, finalmente, realistici: non c’è nessun fronzolo, nessuna ostentazione descrittiva, nessuna esagerazione retorica. Noi parliamo e pensiamo così: manca del tutto la pretesa di equiparare la narrazione allo scambio di battute. Il libro cattura, coinvolge, lo stile è ritmato, le frasi corrono scorrevolmente una dietro l’altra, si mangiano a vicenda, e la lettura procede inevitabilmente con la voce di sottofondo che sussurra “dai, ancora una pagina”.
I personaggi sono ben delineati (tutti!) e nessuno è buono né cattivo, ma sono tutti umani, con i loro pregi, i loro difetti, i loro momenti no, le frasi sbagliate dette nel momento sbagliato, il gesto giusto fatto quasi per caso, e tutti, chi più o chi meno, si evolvono nel corso della storia, cosa che credo sia quasi impossibile da fare in trecento pagine.
La protagonista è un vero capolavoro. Non credo esistano parole per descrivere lo straordinario risultato che è Daisy: una molteplicità di caratteristiche, sfaccettature e piccole incongruenze che la rendono così realistica da permettere un’immedesimazione non solo immediata, ma quasi totale. Fa rabbia che sia così sola, che si senta così sola, perché da subito la si vorrebbe come amica.
Se pensate che il verismo sia fermo a Verga, e che sia morto con lui, questo libro vi farà cambiare idea: si è evoluto, ammodernato e ora è una finestra sul quotidiano di ognuno di noi.
Non fraintendetemi: la storia è intrigante e abbastanza coinvolgente, le tematiche affrontate molteplici. Ma non ho voluto parlarvi di cosa succede e di quanto mi è piaciuto, è già tutto nella sinossi, e credo sarebbe stato riduttivo: in questo caso, ho dovuto proprio sottolineare l’eccezionale talento dell’autrice. [©Camilla Pulzato]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Vi suggeriamo di leggere i libri che vi proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora voleste esprimere la vs opinione inviate commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro website.

Vota ora