“Che razza di bastardo” – Massimo Raviola Nessun Voto

0

"Che razza di bastardo" - Massimo Raviola

AUTORE: Massimo Raviola

TITOLO: "Che razza di bastardo"

 

Descrizione:

"Ti sei mai chiesto da dove arrivano le razze dei cani e dei gatti? Quali sono i meccanismi che regolano la selezione degli esemplari venduti? Che senso ha commercializzare degli esseri viventi? Cosa sta dietro questo mercato? Siamo davvero coscienti e informati su cosa stiamo facendo ai nostri animali?
Un Medico Veterinario appassionato degli animali e della vita, si addentra sotto la superficie del sistema. E vi accompagna tra sorprese, scandali e dubbi."

Recensione:

"Che razza di bastardo: cani, gatti e maltrattamento genetico, un passo verso l'adozione consapevole", di Massimo Raviola, è un saggio che tratta l'aspetto etico della selezione delle razze, e fornisce al lettore indicazioni utili che possono indirizzarlo verso un'adozione più informata dei nostri amici a quattro zampe. Personalmente, credo che questo libro sia molto innovativo: si occupa, come accennato, di analizzare gli aspetti etici della selezione operata dall'uomo su cani e gatti, e lo fa in maniera assolutamente inedita, offrendo punti di vista perlopiù ignorati dagli amanti degli animali da compagnia. Abbraccia ogni aspetto degli eventi che hanno portato alla nascita delle molteplici razze canine: da quello scientifico a quello storico, da quello sociologico a quello culturale, passando ovviamente dalla disciplina genetica, dove l'autore spiega molto chiaramente le ragioni evolutive di questa straordinaria diversificazione animale, mettendo in guardia dai potenziali rischi degli interventi di forzatura genetica operati dall'uomo. Altro elemento d'interesse, è la disamina psicologica che porta una persona a scegliere una razza canina piuttosto che un'altra, orientata ad una maggiore consapevolezza delle motivazioni che spingono i potenziali padroni alla decisione di prendere un cane, oppure un gatto. È così che, attraverso approfondimenti di livello, questo saggio si pone l'obiettivo di restituire una dimensione più "umana" ai nostri amici a quattro zampe, insegnandoci ad amarli per ciò che sono, al di là dei canoni estetici e di artificiose classificazioni di genere. Ne consiglio la lettura sopratutto per gli elementi innovativi che vengono introdotti, difficilmente riscontrabili altrove. Nonostante il linguaggio utilizzato sia spesso assimilabile ad un target per "addetti ai lavori" degli argomenti presi in esame, la fruizione del libro risulta abbastanza scorrevole e di facile comprensione, adatto a chiunque voglia aprire la mente su aspetti perlopiù sconosciuti sulla storia delle razze e sull'adozione degli animali domestici. [©Alessandro Testa]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Vi suggeriamo di leggere i libri che vi proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora voleste esprimere la vs opinione inviate commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro website.

Vota ora