“Arabesque” – Alessia Gazzola Nessun Voto

0

"Arabesque" - Alessia Gazzola

AUTORE: Alessia  Gazzola

TITOLO: " Arabesque "

GENERE: Narrativa gialla

EDITORE: Longanesi

 

 
FRASI:
 
Un abbraccio può sanare le ferite più dolenti.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Anche se tutti ci dicono che una cosa è giusta, non è automatico che vada bene anche per me.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Anni a anni di censura delle mie pulsioni, quando poi affrontarle era mille volte più liberatorio.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Quasi mai conosciamo la storia di chi ci sta di fronte, a volte i modi bruschi hanno una ragione che non possiamo sapere, ma ciò non toglie che certa gente sia stronza.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Quando molliamo un luogo, un lavoro, per disillusione o per sfinimento, non è come darla vinta a chi non crede in noi?
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Le relazioni umane sono il vero mistero, più della morte. Ci illudiamo di poterle comprendere dando loro etichette banali, ma il più delle volte ci sbagliamo.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Camminare mi fa da ansiolitico e mi aiuta a non rimuginare.
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

"Nonna, che gli hai detto nell'orecchio, quella volta che sei stata male? Me lo dici?"
"Gli ho detto che la vita è una, sembra che scorre lenta, ma in realtà è veloce e si interrompe all'improvviso. E quindi non deve starci troppo a pensare sulle cose."
[Alessia Gazzola, Arabesque - Longanesi]

 

Non ha mai notato che con gli amici di infanzia, anche trascorsi molti anni, i rapporti si riallacciano con facilità e che parlare delle proprie cose è molto più semplice che con le persone che in teoria si frequentano abitualmente?
[Arabesque, Alessia Gazzola]

Vota ora