“Fate il vostro gioco” – Antonio Manzini 5/5 (1)

0

"Fate il vostro gioco" - Antonio Manzini

AUTORE: Antonio Manzini

TITOLO: " Fate il vostro gioco"

GENERE: Narrativa gialla

EDITORE: Sellerio Editore Palermo

 

 
FRASI:

"Lo sai qual è per me la vera vacanza? Tornare per un po’ di giorni a quando avevi 10 anni. Per una settimana avere la capoccia e il cervello di un regazzino, quell'energia. Niente pensieri, niente paure, solo giocare e correre e fare cazzate. Ecco, quella è una vacanza, io dico. ......"
[Antonio Manzini, Fate il vostro gioco]

 

E mentre scendeva dalla macchina il vicequestore ebbe la certezza che di quel lavoro non ne poteva più, di quelle facce sconvolte non ne poteva più, di quello che c'era in quell'appartamento non ne poteva più, e soprattutto affrontare per l'ennesima volta il dolore, le lacrime e il sangue davvero non ne poteva più.
[Antonio Manzini, Fate il vostro gioco]

 

Ma sapeva anche che non doveva precorrere i tempi, le cose fra loro si sarebbero aggiustate, erano amici, e quello fanno gli amici. Quando qualcosa si rompe rincollano piano piano i pezzi e ricostruiscono il vaso, senza fretta, con pazienza.
[Antonio Manzini, Fate il vostro gioco]

 

Si cambia perché nella vita succede qualcosa che non dipende da te, oppure perché ti convinci che è arrivata l'ora di voltare pagina.
[Antonio Manzini, Fate il vostro gioco]

 

C'era un posto da qualche parte dove si ammucchiavano i ricordi, le paure, le gioie, la vita? Un magazzino? Un nascondiglio che gli avrebbe svelato quando sarebbe suonata la sua ora?
La vita che passa come un nastro trasportatore e non lascia neanche una traccia tangibile.
[Antonio Manzini, Fate il vostro gioco]

 

Vota ora