“It” – Stephen King Nessun Voto

0

"IT" - Stephen King

AUTORE: Stephen King

TITOLO: "IT"

TRADUTTORE: Tullio Dobner

GENERE: Horror

EDITORE: Sperling & Kupfer

 

FRASI:

Non si smette di essere piccoli tutt'a un tratto, con una grande esplosione, come uno di quei palloncini pubblicitari con gli slogan. Il bambino che hai dentro cola fuori, trapela come aria da una foratura in una gomma. E un giorno ti guardi allo specchio e ti trovi a faccia a faccia con un adulto. Ed è successo tutto mentre dormivi, forse, come la visita della fatina dei denti.
[...]
Puoi continuare a portare i jeans, puoi continuare ad andare ai concerti di Springsteen e Seger, ti puoi tingere i capelli, ma la faccia che c'è nello specchio è lo stesso quella di un adulto.
Non è la fatina dei denti. No. È la fatina dell'età.
[Stephen King - IT]

 

Si guardò attorno una volta, velocemente, con il sospetto che non avrebbe più rivisto questa casa. 
Trovò solo sollievo in quell'ipotesi, perciò aprì la porta e uscì.
[Stephen King - IT]

 

Era tutto cambiato, no? 
Quando si è dentro un cambiamento, è difficile riconoscerlo. Bisogna allontanarsi di un passo per vedere bene... bisogna almeno provarci.
[Stephen King - IT]

 

Certi avvenimenti si comportano come le tessere di un domino. La prima fa cadere la seconda e la seconda la terza e non ti puoi più tirare indietro.
[Stephen King - IT]

 

Si paga per quel che si ottiene, si ottiene ciò per cui si paga... e prima o poi quel che ti appartiene torna a te.
[Stephen King - IT]

 

Gli si accendono luci nella testa, grandi riflettori ad arco. 
È come se fosse rimasto seduto per ventisette anni nel buio di una sala di teatro in attesa che accadesse qualcosa : qualcosa che finalmente ora ha inizio.
[Stephen King - IT]

 

Vota ora