“Dance dance dance” – Haruki Murakami 5/5 (1)

0

" Dance dance dance" - Haruki Murakami

AUTORE: Haruki Murakami

TITOLO: "Dance dance dance"

TRADUTTORE: Giorgio Amitrano

GENERE: Narrativa

EDITORE: Einaudi

 

FRASI:

Alla fine, stanco di contemplare il telefono, chiusi gli occhi. E subito l'abbandono che avevo tanto sospirato invase silenziosamente il mio spazio. Con rapidità e destrezza. Quindi, dolcemente, discese il sonno.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Gli spiegai allora che in una società capitalistica avanzata lo spreco è considerato la più grande virtù. ... Se tutti avessero cominciato ad opporsi agli sprechi si sarebbe diffuso un panico di massa e l'intera economia mondiale sarebbe andata sottosopra. - Lo spreco è il carburante che accende la contraddizione, la contraddizione mette in moto l'economia, e un economia fiorente produce a sua volta nuovi sprechi.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

È strano ma ognuno di noi nella propria vita tocca un apice. Una volta raggiunto, non può che scendere. E' inevitabile. Nessuno però sa dove sia il proprio apice. La linea di confine può presentarsi all'improvviso, quando si crede di essere ancora al sicuro. Nessuno lo sa. Alcuni possono raggiungere quel culmine a dodici anni. Da quel momento in poi la loro vita scorrerà nel più monotono tran tran. Alcuni continuano a salire fino alla morte. C'è chi muore nel suo massimo splendore.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Il cielo del crepuscolo si faceva gradualmente più denso, come se un pennello trasparente continuasse ad aggiungervi del blu, una pennellata dopo l'altra.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Chi leggerebbe mai la biografia di un impiegato della biblioteca municipale di Kawasaki vissuto e morto tranquillamente, senza mai un incidente o uno scandalo? Anche quando apriamo un libro, siamo sempre in cerca di compensazioni.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Francamente, ogni tanto non potevo fare a meno di chiedermi se stavo sprecando la mia vita. Ma concludevo che con tutta la carta e l'inchiostro che consumavo, non ero la persona più adatta a opporsi agli sprechi.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Non te lo so spiegare, ma credo che quando due persone hanno molte cose da dirsi, Ë pi˘ bello farlo un poco alla volta.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Per me l’amore è un puro concetto dotato di un corpo inadeguato, che passando attraverso cavi sotterranei, riesce faticosamente a trovare il contatto. Una cosa terribilmente imperfetta.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

 

Detto concretamente: la vita dell'uomo Ë breve, e molto pi˘ fragile di quanto immagini. PerciÚ bisogna comportarsi con gli altri in modo da non portarsi poi dietro inutili rimorsi: giustamente e, se possibile sinceramente. A me non piacciono le persone che non fanno questo sforzo quando la persona Ë in vita e dopo che Ë morta la piangono e dicono di avere tanti rimorsi.
[Haruki Murakami, Dance dance dance]

Vota ora