“Il sentiero dei profumi” – Cristina Caboni Nessun Voto

0

"Il sentiero dei profumi" - Cristina Caboni

AUTORE: Cristina Caboni

TITOLO: "Il sentiero dei profumi"

GENERE: Narrativa

EDITORE: Garzanti

 

 
FRASI:

Perché ogni odore era come una parola, ma privo delle barriere linguistiche.
Il profumo era da sempre il più sottile, immediato ed efficace metodo di comunicazione.
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

 

" Ha un buon profumo. [...] Sa di pioggia, di freddo, ma anche di sole. Di parole pensate, di lunghi silenzi e di riflessione. Sa di terra ed di rose....".
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

 

Terribile è pensare che qualcuno ti vorrà bene solo se tu ti comporterai come vuole lui. Terribile è anche essere così dannatamente insicuri da non capire quanto si valga davvero. lasciarsi ricattare da chi non possiede altri mezzi che piegare gli altri per riuscire ad avere uno straccio di rapporto. Quello è terribile.
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

 

Lei e il suo vizio di perdersi a fantasticare.
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

 

" L'odio è un sentimento molto complesso. Si odia ciò che si desidera intensamente e non si può possedere, si odia ciò che non si comprende, quello che sembra troppo distante. Odio e amore sono troppo vicini, i loro contorni sfumati, non hanno confini chiari".
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

 

Guarda mia madre. Ha odiato questo posto con tutta la sua anima e adesso non riesce a separarsene. Uno sembra non fare caso a ciò che possiede, anzi arriva a detestarlo. Ma poi qualcosa cambia. In fondo, la vita è tutta una questione di prospettive.
[Cristina Caboni, IL sentiero dei profumi]

 

Elena si lasciò convincere, perché era quello che Cail faceva di solito. La prendeva con sé e l'aiutava a superare gli ostacoli.
[Cristina Caboni, Il sentiero dei profumi]

Vota ora