“Baci scagliati altrove” – Sandro Veronesi Nessun Voto

0

"Baci scagliati altrove" - Sandro Veronesi

AUTORE: Francesca Del Rosso

TITOLO: "Baci scagliati altrove"

GENERE: Narrativa

EDITORE:  Fandango Libri

 

FRASI:

...perché ora so di essere un uomo buono, e l'uomo buono, ho scoperto, non paga i propri conti con la moneta della fedeltà. Quella è redentrice per i fedifraghi. L'uomo buono paga fino in fondo con la sofferenza solitaria di ogni volta in cui spera di non sopravvivere all'immensa responsabilità della cosa fatta- e invece sopravvive, ammutolisce e passa oltre. I dolori si dileguano, i pentimenti si confondono, i contorni del ricordo si dissolvono: e poi stordisce, e appaga, questo mistero di una vita tanto più grande di tutti i suoi pezzi messi insieme.
[Sandro Veronesi, Baci scagliati altrove]

 

"figliolo,io guardo questi programmi di merda per illudermi che la vita sia davvero così misera; che essa non sia amore, e bellezza, e ingegno, e sfide, e conquiste, e natura, e mare e vento e barche a vela, ma una squallida faccenda di rancori, pettegolezzi, paura e puzza di chiuso, come la riducono qua. Così, capisci, mi viene più naturale lasciarla"
[Sandro Veronesi, Baci scagliati altrove]

 

Ma ce ne vuole prima di capire una cosa del genere riguardo al proprio padre. Per troppo tempo devi pensare col suo cervello, per troppo tempo è impossibile dubitare della sua parola. Così, quando vedi le cose come stanno è già tardi, non puoi più agire, puoi soltanto reagire.
[Sandro Veronesi, Quel che è stato sarà - da: Baci scagliati altrove - Fandango libri]

Vota ora