“Mille splendidi soli” – Khaled Hosseini Nessun Voto

0

"Mille splendidi soli" - Khaled Hosseini

AUTORE: Khaled Hosseini

TITOLO: "Mille splendidi soli"

TRADUTTORE: Isabella Vaj

EDITORE: Piemme

GENERE: Narrativa

 

FRASI:

Come l'ago della bussola segna il Nord, così il dito accusatore dell'uomo trova sempre una donna cui dare la colpa.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli]

 

I ragazzi erano diversi dalle ragazze nell'espressione dei propri sentimenti. Non esibivano l'amicizia. I ragazzi, aveva capito, trattavano l'amicizia alla stessa stregua del Sole: ne davano per scontata l'esistenza, e traevano il massimo godimento dal suo splendore solo quando non lo guardavano direttamente.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli]

 

In soggiorno, sistemò il disordine lasciato dagli ospiti la sera precedente: tazze rovesciate, semi di zucca mezzi rosicchiati nascosti tra i materassi, piatti incrostati con tracce di cibo. Si mise a riordinare la stanza, meravigliandosi di quanta energia mettessero gli uomini nell'essere pigri.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli]

 

Nei giorni e nelle settimane che seguirono Laila fece di tutto per consegnare alla memoria quanto era accaduto. Come un'amante dell'arte che fugge da un museo in fiamme, afferrava tutto ciò che poteva perché non andasse distrutto, perché potesse essere conservato. Ma non esistono fiamme più inesorabili di quelle del tempo e Laila alla fine non riuscì a salvare tutto.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli]

 

Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo, si raccoglievano a formare le nubi e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente." A ricordo di come soffrono le donne come noi" aveva detto. " Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso"
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli]

 

A quel tempo Mariam non aveva afferrato. Non conosceva il significato della parola harami, bastardo. E non era abbastanza grande per rendersi conto dell'ingiustizia, per capire che la colpa era di chi aveva messo al mondo l' harami, non dell' harami stesso, il cui solo peccato era di essere nato.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli - Edizioni Piemme - Trad. Isabella Vaj]

 

Una donna che sarà come una roccia nel letto di un fiume, che sopporta senza lamentarsi, la sua bontà non infangata, ma forgiata dalle disgrazie che si sono rovesciate su di lei.
[Khaled Hosseini, Mille splendidi soli - Edizioni Piemme - Trad. Isabella Vaj]

 

Vota ora