“Lo specchio dell’Angelo perso.” – Massimo Della Penna Storia di uno strano. Vol III Nessun Voto

0

"Lo specchio dell'Angelo perso. Storia di uno strano. Vol. III" - Massimo Della Penna

AUTORE: Massimo Della Penna

TITOLO: Lo specchio dell'Angelo perso. Storia di uno strano. Vol. III

 

FRASI:

Ha dell'incredibile come la gente riesca a stupire se stessa.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Mamma. Quant'è bella questa parola, e quanto mi piacerebbe dirla ancora.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

...mi chiese se avessi mai guardato dietro uno specchio. Se avessi mai guardato davvero, quello che avevo dentro [...]
tacqui...
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Ma la tenerezza che si ha nel cuore, spesso, la si rivolta come un guanto per mostrare all'esterno il suo opposto, la paura. La paura è il vero rovescio della medaglia di molti sentimenti, non solo del coraggio, ma anche dell'altruismo, dell'abnegazione, il rovescio dell'amore stesso...
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

...diceva che le cose grandi come le galassie si muovono in silenzio e con calma.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

«Io ho smesso di farlo sai»
- «cosa?»
«Abbracciare»
- «uh che peccato!»
«Sono stanca di avere solo aria tra le braccia»
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Nessuno ha colpa per quello che sente."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Non è possibile contarli tutti, i secondi che viviamo, se non quando siamo morti e non ce ne sono più da aggiungere al conto."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Il nostro tempo mortale è un libro a scorrimento automatico e tu puoi chiudere gli occhi se vuoi, tanto non cambia niente. Ogni singolo giorno lo sfoglierai comunque."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Il nostro passato ha la forma della nostra memoria."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Risi di cuore, come non mi succedeva da tempo. Forse gli amici veri in questo si distinguono dalla massa che frequentiamo senza motivo: sanno illuminare i periodi bui con una risata."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

"Il giudizio degli altri riflette la loro natura più che la tua. Le cose come le vediamo, quasi mai sono come le vedono gli altri."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

...la gente ogni giorno passa accanto ai miracoli senza rendersene conto.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

...come ci sono estranei che si conoscono da una vita non ancora vissuta, così ci sono persone che si conoscono da una vita vissuta pur rimanendo estranei.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Sii il tuo miglior dipinto, sempre.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]



 

Ma se facessimo nella vita solo ciò che ci porta un risultato, musei, cinema, e teatri sarebbero vuoti.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]



 

Forse gli amici veri in questo si distinguono dalla massa che frequentiamo senza motivo: sanno illuminare i periodi bui con una risata. Non sono mai inopportuni...
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Il mascara le si scioglieva con la maschera che indossava. Non so come ci riuscisse, davanti a me.
Le lacrime sono intime, vengono da dentro, e dentro me non ci farei mai entrare un estraneo.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Ma la vita è una prolungata prima volta di prime volte.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

La gente lo fa spesso, ti racconta esperienze intime e pretende tu abbia le risposte ai loro crucci esistenziali.
[...] tutti danno per scontato di conoscere le cose che hanno davanti ogni giorno, anche se non ci hanno mai guardato dentro.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

 

Se solo potessi parlare alla ragazzina che ero, le direi di lasciar perdere. Di non prendersela. Le direi, cara piccola me, il giudizio degli altri riflette la loro natura più che la tua. Le cose come le vediamo, quasi mai sono come le vedono gli altri.
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell’Angelo perso]

 

"E tu, hai freddo? Quando piove, dove ti ripari? [...] Mi fanno male le braccia e le mani, perché queste braccia e queste mani non possono più sentirti. Anche se non mi abbracciavi, era lo stesso: sentivo il tuo calore, a che serviva toccarci, se eravamo sotto le stesse stelle? Sapevo che mi amavi come io ti ho amato, con le mie contraddizioni, le mie paure, anche con tutte le mie meschinità."
[Massimo Della Penna - Lo specchio dell'Angelo perso]

Vota ora