“Il suggeritore” – Donato Carrisi Nessun Voto

0

"Il suggeritore" - Donato Carrisi

AUTORE: Donato Carrisi

TITOLO: "Il suggeritore"

EDITORE: Longanesi

GENERE: Thriller

 

FRASI:

C'è una ragione per cui i pony piacciono tanto ai bambini. Perché non crescono mai, rimanendo immortalati nell'incantesimo dell'infanzia. Una condizione invidiabile.
[Donato Carrisi, Il Suggeritore]

 

Perché ogni dolore ha la sua prosa, e va rispettata.
[Carrisi - Il suggeritore]

 

"I bambini non vedono la Morte. Perché la loro vita dura un giorno, da quando si svegliano a quando vanno a dormire"
[Carrisi - Il suggeritore]

 

"Li chiamiamo mostri perché li sentiamo lontani da noi, perché li vogliamo 'diversi', Invece ci assomigliano in tutto e per tutto. Ma noi preferiamo rimuovere l'idea che un nostro simile sia capace di tanto. E questo per assolvere in parte la nostra natura."
[D.Carrisi - Il Suggeritore]

 

Ciò che invece ignorava era che l’occhio umano produce ben tre tipi di lacrime.
Le basali, che umidificano e nutrono continuamente il bulbo oculare.
Le riflesse, che vengono prodotte quando un elemento estraneo penetra nell'occhio. E le lacrime emotive, che si associano al dolore.
Queste ultime hanno una composizione chimica diversa:
contengono percentuali molto elevate di manganese e di un ormone, la prolattina.
Nel mondo dei fenomeni naturali ogni singola cosa può essere ridotta a una
formula, ma spiegare perché le lacrime di dolore siano fisiologicamente
diverse dalle altre è praticamente impossibile.
[Donato Carrisi, Il suggeritore]

 

L'avrebbero fatto a pezzi crudelmente, così come si supponeva lui avesse fatto con le sue vittime, senza pero' cogliere l'ironia del parallelismo. Avrebbero cavato sangue a litri da tutta la vicenda per condire e rendere piu' appetitose le prime pagine. Senza rispetto, senza equita'. E quand'anche qualcuno si fosse permesso di farlo notare si sarebbero trincerati dietro un comodo e sempre attuale " diritto di cronaca per celare la loro naturale impudicizia
[Donato Carrisi, Il suggeritore]

 

La sofferenza ha un compito. Serve a ricomporre i legami tra le cose dei vivi e quelle dei morti. È un linguaggio che sostituisce le parole. Che cambia i termini della questione.
[Donato Carrisi - Il Suggeritore]

 

Mila aveva sempre paragonato la tristezza a quei vecchi armadi di cui vorresti disfarti ma che alla fine rimangono al loro posto e dopo un po' emanano un odore tipico, che impregna la stanza. E col tempo ti ci abitui, e finisci con l'appartenere anche tu a quell'odore.
[Donato Carrisi - Il suggeritore]

 

Stiamo accanto a persone di cui pensiamo di conoscere tutto,invece non sappiamo niente di loro.
[Donato Carrisi, Il suggeritore - edizione Tea]

 

Lei si chiedeva: sarebbe mai stata capace di amare?
Aveva svuotato la mente e il cuore da molto tempo. Non avrebbe mai avuto un amore,un marito o un fidanzato. Perché il segreto è non avere niente da perdere. Niente che qualcuno possa portarti via.
[Donato Carrisi, Il suggeritore edizione Tea]

 

Si rese conto che era soltanto un'altra delle sue paure a condizionarlo. Il futuro era misterioso, non minaccioso - l'aveva scoperto proprio quella mattina. E per assaporare i frutti, era necessario correre dei rischi.
[Donato Carrisi, Il suggeritore edizione Tea]

 

«Perché quando mi calo nel buio per tirare fuori qualcuno, è sempre necessario trovare un motivo, una ragione forte che mi riporti alla luce.»
[Donato Carrisi, Il suggeritore edizione]

Vota ora