“La natura esposta” – Erri De Luca Nessun Voto

0

"La natura esposta" - Erri De Luca

AUTORE: Erri De Luca

TITOLO: "La natura esposta"

GENERE: Narrativa

EDITORE: Feltrinelli

 

FRASI:

Da qualche tempo in paese arrivano degli stranieri spaesati. Cercano di attraversare il confine, le autorità lasciano fare, per non doversi occupare di loro. Abitiamo una terra di transiti. Qualcuno di loro potrebbe fermarsi, ma nessuno di quelli arrivati fino a qui. Hanno per bussola un indirizzo in tasca. Per noi che non abbiamo viaggiato, loro sono il mondo venuto a farci visita. Parlano lingue che fanno il rumore di un fiume lontano.
[Erri De Luca - La natura esposta]

 

Profughi, li chiamano così. Per me sono viaggiatori di sfortuna, ne hanno avuta troppa, tutta insieme. Cercano di scrollarsela di dosso con il viaggio. La sfortuna è una rogna da grattarsi. Molti di loro non riescono a metterla giù, gli resta addosso a peso di zavorra, rimangono schiacciati.
[Erri De Luca - La natura esposta]

 

Vota ora