“La vita quando era nostra” – Marian Izaguirre Nessun Voto

0

"La vita quando era nostra" - Marian Izaguirre

AUTORE: Marian Izaguirre

TITOLO: "La vita quando era nostra"

TRADUTTORE: Gibilisco

EDITORE: Sperling & Kpufer

GENERE: Narrativa

 

FRASI:

«Quando ti sentirai sola, leggi un libro. Ti aiuterà a star meglio.»
[...] «... leggi, leggi ogni volta che puoi.» [...] «Ti salverà».
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Sicuramente la felicità funziona come le droghe: ti anestetizza e quando ti svegli non riesci a ricordare molto…
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Insomma, così è la vita: presente e passato. Quel che conosciamo. Per fortuna, per il futuro si usa sempre il condizionale.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

...se ci fai caso, l'uomo giusto non è quello che ci ama di più, ma chi riesce a fare in modo che il nostro amore ci faccia muovere, ci faccia scoprire qualcosa di noi che prima non sapevamo.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Ci sono donne che quando entrano in una stanza ti abbagliano e altre, come Frances, che ti illuminano. Frances era pura luce. Sembrava che avesse inghiottito il sole.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Mai mi ero sentita tanto sola. Per fortuna avevo libri, libri, libri... Storie in cui rifugiarmi, storie attraverso le quali fuggire. Libri.
Le pagine lisce al tatto, il calore asciutto della carta, libri dal dorso tondeggiante, con la copertina in pelle, in brossura, di tessuto, con il rilievo sul dorso, con l'etichetta, senza etichetta, libri scritti cent'anni or sono, sui quali il calore di mani altrui ha lasciato una storia fatta di tempo. Come faccio a sapere così tanto dei libri? Beh... [...] Quello era il mio mondo, mi nutrivo di quello, vivevo di quello.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

«... A chi possono far danno due persone che si amano?»
[...] «A chi? A tutti. Il vero amore suscita invidia, gelosia, rabbia in chi l'ha perduto, e ancora assurde rivalità, pregiudizi, scontri. L'amore è quasi sempre un problema.»
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Mi piace quella donna. È... non so... bella ed elegante, ma non fisicamente - o non solo fisicamente - bensì dentro. Credo che sia una di quelle persone di cui ti puoi fidare. Mi è sempre piaciuta la gente sincera e diretta, perchè mi dà tranquillità.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

A volte, prima di cominciare a leggere un libro, soprattutto se è nuovo, mi piace tenerlo un po' tra le mani. Henry diceva che scaldo i libri come gli inglesi fanno con le teiere prima di cominciare a preparare il tè. Beh, sì, è una cosa che mi piace fare. E' un piccolo rituale che fa parte della mia personale maniera di avvicinarmi alla lettura: devo toccare il libro, riconoscerlo al tatto. Lo accarezzo con le dita, piano, molto piano, fino diventano familiare. Lo tocco per fare conoscenza.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Indeterminazione. Insicurezza. Paura. A questo portano gli episodi capaci di sconvolgere la nostra vita. Il futuro è un luogo meno sicuro di quanto possiamo immaginare.
[Marian Izaguirre - La vita quando era nostra]

 

Vota ora