“Ladri di foglie” – Davide Van De Sfroos Nessun Voto

0

"Ladri di foglie" - Davide Van De Sfroos

AUTORE: Davide Van De Sfroos

TITOLO: "Ladri di foglie"

EDITORE: La nave di Teseo

GENERE: Narrativa

 

FRASI:

Gli studi lasciati a metà, due matrimoni abbandonati a metà, tre figli che convivevano a metà, tanti libri letti a metà... - e quelli che avrebbe voluto pubblicare, scritti solo a metà.
...Sì, aveva vissuto una vita sempre e soltanto a metà, facendosi trasportare e sorreggere dalla sua condizione...
[Davide Van De Sfroos, Ladri di foglie]

 

La solitudine degli altri non è qualcosa di eclatante e rumoroso, si scorda facilmente, come tutte le cose che non turbano.
[Davide Van De Sfroos, Ladri di foglie]

 

Era un cuore aperto sia all'alba sia al tramonto. Il sole era un cuore aperto sempre e comunque. E quando scompariva nelle tenebre, mandava baci attraverso la luna.
[Davide Van De Sfroos, Ladri di foglie]

 

Vota ora