“La voce di mio marito Nessun Voto

0

“La voce di mio marito mi carezzò i capelli, mi lisciò le pieghe del collo, frusciò fra le orecchie e la nuca. Chiusi la conversazione, strinsi il telefono fra le mani e ringraziai il miracolo tecnologico che permetteva di lasciarsi invadere da un’altra persona a centinaia di chilometri di distanza, farsi modificare l’umore da lei e chiederle aiuto per resistere.”
[Nadia Terranova, Addio ai fantasmi – Ed. Einaudi Stile Libero BIG]

Ph. Web

Vota ora