Stai a cammina’ co le mani sur culo …

0
87
Nessun Voto

Stai a cammina’ co le mani sur culo
come se te ce volessi para’ da li carci de la vita.
Nun hai capito ancora che nun ce se pò difenne,
che l’unica soluzione è quella de liberasse da sta paura.
Ce stanno casi che li sbaji già fatti
t’aiuteno a nun fanne n’artro,
ma ce so’ pure casi, e so’ rari,
che pe’ sforzatte de nun fa più li soliti errori
nun t’accorgi de stanne a fa uno ancora più grande,
e li carci ariveno lo stesso, e tu stai punto e daccapo.
Quindi come vedi nun è facile. Tu c’hai ragione da na parte,
a te chi t’ho dice quanno poi abbassa’ a guardia
o quanno è er caso de fidasse?
Questo lo devi capì da sola, magari nun sarà co’ me,
magari nun sarà a breve, ma te lo auguro de core
de trova’ quello che ‘n giorno te lo farà capì.
Er tempo? Er tempo è sopravvalutato,
se ne dicheno troppe su sto tempo,
che pò fa miracoli, che c’ha tutte le risposte,
che crea e distrugge, che svela li più reconditi segreti,
che unisce e separa.
Io invece dico che so’ solo le persone a fa’ tutto da sole,
so’ le persone che decideno, so’ le persone che se amano,
so’ le persone che se lasciano,
so’ le persone che c’hanno paura,
e so’ le persone a esse oneste o disoneste, nun è er tempo!
È la paura che comanna la gente, è la paura che le blocca,
è la paura che le fa sbaja, è la paura che le fa allontana’,
è la paura a falle diventà stronze,
ed è la paura che je tojie er coraggio de osa’,
e pe’ sto gioco ce vole coraggio,
bisogna esse pure in due ad aveccelo
perché gioca’ da soli nun c’avrebbe senso.
Io sto qua e me metto sempre ‘n gioco,
er coraggio nun me manca, nun c’ho paura de soffrì,
nun c’ho paura de niente, perché nessuno sarà mai capace
de famme diventa’ n’artra persona, o peggio ancora,
de famme diventa’ come a lui.
Dicheno che la vita nun pò esse solo bianca o nera,
che nun semo tutti uguali. È vero! Nun semo tutti uguali,
ma quello che provi ce lo sai, ce sta o nun ce sta!
C’hai bisogno der tempo pe’ capillo?
Allora te dico questo: Si pensi davero
che c’avemo na possibilità, t’aspetto quanto voi,
però devi inizia’ a gioca’ pure te come se deve,
ma si già sai che nun ce sta niente da fa, allora scusame,
sto a di’ tutta na stronzata!
Amici come prima.
[Pensiero di ©Alessandro Acquaviva per Le frasi più belle dei Libri…]

Ph. Web

Vota ora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here