“Sono solo io. Storia di uno strano” – Massimo Della Penna

0
387
Nessun Voto

AUTORE: Massimo Della Penna
TITOLO: Sono solo io. Storia di uno strano
GENERE: Narrativa

TRAMA

“Sono solo io” narra le vicende di Telemaco, bibliotecario affetto dal disturbo dissociativo della personalità, prigioniero di una vita anonima, senza nulla di garbato, neppure i piedi che sono deformi. Per evadere dalla sua monotonia, tenta di uccidere la moglie avvelenando il suo latte e progetta di incendiare il castello dove lavora. Egli ha già descritto tutto in un romanzo su cui, con l’incendio, spera di riaccendere l’interesse generale creando uno scandalo, peraltro non tanto originale, essendo quasi un clichè lo scrittore che descrive un crimine.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Essendo affetto da tale grave disturbo, è in cura presso uno psichiatra che gli ingiunge di tenere dei diari per combattere le sue amnesie che inghiottono intere fette del suo passato, tra le cui macerie scava invano il professore. Periodicamente, le personalità di Telemaco prendono il controllo non solo delle sue azioni, ma anche della sua memoria. Il professore scoprirà che Giada, la sorella di Telemaco menzionata nei suoi diari e scomparsa all’epoca del loro amplesso incestuoso, ha portato il loro padre al suicidio.

Il professore inizia a sospettare di tutti i personaggi menzionati nei diari e nelle insolite sedute terapeutiche a distanza, per cui chiede a Telemaco continue prove della loro esistenza. Telemaco è riluttante, sembra fuggire dal proprio passato e, come l’omonimo figlio d’Ulisse, si ostina nella ricerca del padre perduto. In realtà, la sua è solo una ricerca di se stesso, di questo soggetto malato di vita.

Quella vita monotona che viene sconvolta alla comparsa di una donna che riaccende in lui il desiderio sessuale, puramente meccanico, che aveva perduto nella vita coniugale. Lei lo corteggia, fingendo un interesse morboso per la storia della carta, asseritamente per una tesi di laurea. Ma Telemaco scoprirà che lei non è neppure iscritta all’università. Cosa nasconde questa donna? E riuscirà Telemaco nel suo intento omicida? Domande che troveranno, forse, risposta nella lettura.


RECENSIONI

Il libro che vi voglio consigliare questa volta è una storia psicologica. Il nostro autore ha la capacità di presentare con un linguaggio incalzante le sfaccettature della mente umana. È una storia famigliare, dalla quale si intreccia la storia dei due protagonisti : Telemaco e Giada. Proprio attraverso il loro racconto, fatto anche in prima persona, comprendiamo i misteri nascosti nella loro famiglia.

Durante la lettura dei capitoli, il lettore andrà in contro a varie supposizioni, che cambierà continuamente. Ed è questa curiosità che mi ha portato a leggere il romanzo in poco tempo. I monologhi psicologici dei protagonisti sono la parte più misteriosa. Quindi armatevi di pazienza ed intuito! Buon viaggio cari lettori!

[©Elisa Punzoni]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora