“Alfredo” – Valentina D’Urbano

0
472
Nessun Voto

AUTORE: Valentina D’Urbano
TITOLO: Alfredo
EDITORE: TEA
DATA USCITA: 12/11/15
GENERE: Narrativa

TRAMA

«In piedi sulle scale c’era una bambina. Avrà avuto la mia età, un caschetto di capelli neri e un po’ ispidi. Piangeva a bocca aperta, disperata, le mancavano tutti e due i denti davanti, proprio come a me. La guardai cercando di capire perché piangesse, forse avevano menato anche lei, ma non sembrava messa male…

Quella era Beatrice.»> Alla Fortezza – il quartiere senza identità, con l’asfalto riarso dal sole e spaccato dal gelo, e i palazzi dall’intonaco ruvido e sbrecciato – tutti li chiamano «i gemelli».

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Perché da sempre Beatrice e Alfredo sono inseparabili, come fratelli appunto. O forse qualcosa di più? La loro storia, struggente e tragica, diventerà quasi una leggenda nel quartiere. Ma a narrarla finora è stata soltanto Bea, la metà più forte dei «gemelli», la ragazza cui bastava sentire l’odore di Alfredo sulla maglietta verde che lei stessa gli aveva regalato per sapere che lui ci sarebbe sempre stato.

La giovane donna che ha lottato fino alla fine per sentire il rumore, inconfondibile, dei suoi passi. Questa invece è la storia della metà più debole dei «gemelli» e a raccontare l’arrivo alla Fortezza è Alfredo, in prima persona, con la sua voce, le sue fragilità, i suoi piccoli e grandi sogni così difficili da realizzare e così facili da infrangere. Fino all’incontro che gli cambierà la vita: quello con Beatrice.


RECENSIONI

Ho aspettato con ansia l’uscita di questo libro. Ero molto curiosa. Di cosa mi chiederete, visto che la storia e il finale sono i medesimi de “Il rumore dei tuoi passi”. Ero curiosa di sentire Alfredo, di capire meglio i suoi pensieri e i suoi gesti. Questo libro è servito allo scopo. Se, come me, avete amato la storia che si svolge nel libro principale, non potete non leggere questo romanzo.

La capacità della D’Urbano di coinvolgere i lettori e di far sentire loro tutte le emozioni dei protagonisti è presente anche qui. Tu che leggi vorresti intervenire, vorresti parlare con Alfredo, vorresti aiutarlo, cercare insieme a lui una via d’uscita, piangi e ti arrabbi: queste non sono sensazioni che si provano con tutti i libri.

Ecco perché io considero Valentina D’Urbano una delle mie scrittrici preferite: perché grazie a lei abbiamo la possibilità di conoscere gli aspetti brutti della vita da cui spesso ci nascondiamo. Perché è facile girare la testa quando si parla di degrado, di droga, di povertà; è facile pensare “tanto non succederà mai a me”.

Leggendo “Il rumore dei tuoi passi” e “Alfredo”, invece, è come se succedesse anche a voi. Questi libri potete leggerli se non vi spaventa la sofferenza, perché con Alfredo e Beatrice proverete dolore e rabbia. Diventeranno vostri amici, saranno parte della vostra vita anche quando finirete i romanzi, perciò non potrete più far finta di non vedere: quei due ragazzi sono con voi.

[©Olga Buono]

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora