“Sfumature dell’alba” – Damiano Darko

0
126
Nessun Voto

AUTORE: Damiano Darko
TITOLO: Sfumature dell’alba
GENERE: Narrativa

TRAMA

Cosa succede quando si è costretti a vivere indossando una maschera nera che cela il proprio volto? Argenta Drogo lo sa bene. Sotto quella maschera si nasconde un universo di emozioni, che si scontreranno con il suo passato tenebroso, e un possibile radioso futuro. La notorietà lo porterà lontano da se stesso e dai suoi amici. L’amore lo reclamerà, tra nuove e antiche fiamme che torneranno alla ribalta in struggenti passioni.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Nuovi omicidi sconvolgeranno la piccola comunità, quattro losche figure allungheranno le loro ombre sulla città seminando panico e terrore. Questa volta Drogo dovrà affrontare i suoi demoni interiori, vividi come la loro sinfonia di morte che ci accompagnerà in questa storia moderna, perché un macabro concerto sta per iniziare.

Amore e morte, amicizia e indifferenza, bene e male si scontreranno in questo dark romance dove la notte si dissolverà lasciando spazio all’approssimarsi dell’alba.


RECENSIONI

Aspettavo con impazienza l’uscita di “Sfumature dell’alba” per scoprire in quali nuove indagini si sarebbe imbattuto questa volta il nostro protagonista, Drogo. Soprattutto per scoprire quale donna avrebbe conquistato finalmente il suo cuore… Regalandogli quella luce che merita. Diversamente da “Sfumature della notte” ho trovato questo sequel molto introspettivo.

Conosceremo molto più intensamente le varie sfaccettature del nostro protagonista attraverso le sue paure, i suoi dubbi, le sue emozioni, le sue ambizioni. Una novità è rappresentata dalla presenza di scene erotiche, con lo stile poetico che contraddistingue Damiano Darko, le ho trovate molto passionali e per niente volgari, regalando alla storia quel pizzico di pepe in più.

A me piace tantissimo lo stile particolare di questo autore, capace sin dalle primissime battute a tenere incollato il lettore alla sua storia, a coinvolgerlo nelle emozioni dei suoi protagonisti. Per cui non posso che consigliarvi la lettura di questa duologia, di cui io mi sono innamorata. Certo in alcuni momenti avrei volentieri strozzato l’autore ma questo è un discorso a parte…

Alla fine si è ripreso alla grande!
A voi scoprire come…
Ps. A te caro autore… Non mi dispiacerebbe proprio per niente leggere altre storie su Drogo, sarebbe bellissimo farne una saga… pensaci sul serio 😉
Ormai hai creato dipendenza.

[©Maria Montuori]


RECENSIONI

Drogo è il protagonista già incontrato in un altro libro di Damiano Darko: “Sfumature della notte.” Quando si legge un secondo libro considerato per certi aspetti un “seguito”, il rischio di restare delusi è sempre presente.
Io ho adorato il primo romanzo. L’ho trovato innovativo, appassionante e avvincente, nonchè ricco di riflessioni interessanti. Questo invece, no.

Ho trovato i dialoghi banali, inconcludenti e un ritmo di scrittura lento.La suspense, il mistero, che dovrebbero caratterizzare quello che si definisce come “dark romance”, sono spariti. Drogo come accenna la trama stessa, è stato volutamente reso frivolo, superficiale. Una scelta perfettamente accetabile e interessante, se non fosse che con il protagonista il lettore non ha più alcun contatto.

Non c’è più un filo conduttore che ci porta a comprendere il punto di vista di Drogo, anche nel commettere i suoi errori.L’aspetto superficiale e fragile del protagonista sarebbe potuto diventare qualcosa di più, a mio avviso. Addirittura la maschera, irremovibile, indossata da anni che nasconde il suo segreto, diventa un elemento semplicemente “risolvibile” con la notorietà che accoglie il protagonista.

Ciò toglie importanza ad un elemento importantissimo che accompagna il lettore dalla prima volta che ha conosciuto Drogo. La parte degli omicidi è stata messa troppo da parte. Si accenna appena per concludersi in pochissime pagine. E’ stato dato maggior spazio alla vita sentimentale del protagonista: tra nuovi e vecchi amori. Anche questi, raccontati in modo piuttosto banale.
Trovo inoltre, che i dettagli degli incontri sessuali non appartengono al genere in cui fino ad ora ha cercato di inserirsi l’autore.

I dettagli vanno infatti, oltre il racconto della semplice passione tra amanti. Un oltre fuori contesto e soprattutto, fuori genere. Le scene erotiche diventano un aspetto troppo centrale rispetto a quello che la storia sembrava voler raccontare. Spero di potermi ricredere in futuro e rileggere nuovamente una scrittura interessante, originale e scorrevole che ha caratterizzato il precedente romanzo.

[©Anna Ciccone]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora