“Il dolore perfetto” – Ugo Riccarelli

0
272
Nessun Voto

AUTORE: Ugo Riccarelli
TITOLO: Il dolore perfetto
EDITORE: Mandadori
GENERE: Narrativa

TRAMA

Premio Strega 2004. Due storie di famiglie parallele, ma destinate a incontrarsi. Quella del Maestro, giovane anarchico che arriva da Sapri, alla fine dell’Ottocento, per insegnare in un paesino della Toscana, dove si stabilirà avendo dalla vedova Bartoli numerosi figli dai nomi emblematici: Ideale, Libertà e Cafiero. E quella di Rosa e Ulisse Bertorelli, commerciante di maiali, da cui nasceranno Annina e Achille. L’amore tra Annina e Cafiero è solo un momento dell’intreccio di vicende pubbliche e private, realistiche e fantastiche, che l’autore costruisce in questo romanzo, epopea di drammi e di ideali, di personaggi all’altezza dei grandi sommovimenti della storia.


RECENSIONI

Già dalle prime pagine mi ha colpito la bellezza soave delle parole. Le frasi costruite con delicata raffinatezza, tanto da rendere meno cruente anche  le scene drammaticamente dolorose.Il Padule, il Colle Alto, nel suo ineluttabile cambiamento nel tempo, di generazione in generazione, rimarrà  sempre un luogo fiabesco dove il lieto fine è impresso nei ricordi, marchiato nella storia, nelle storie, diventando, nello scorrere di parole tramandate, leggenda!

Indimenticabili i personaggi, indomini figli di ogni tempo che raggiungono, nella contrapposizione di due sentimenti contrastanti, il “dolore perfetto” e da questo ne traggono la forza, l’energia che li renderà  incancellabili.
E dalla grande gioia e dalla immensa sofferenza, descritte entrambe con abile maestria,  nasce quel dolore profondo, lacerante che scuote gli animi e dona la consapevolezza che tutto cambia e tutto ritorna. Un ritorno che odora di un  passato fatto di azioni e di ricordi, assapora un  presente proiettato in un  futuro non troppo lontano, sempre tangibile.

Realistico e fantastico, epico e quotidiano, “Il dolore perfetto” è operamondo, il mondo che un tempo era e di cui noi oggi siamo figli.
Da leggere anche per capire quanto inutile e disumana è la guerra, quanto è inutile creare dolore su dolore perché il  vivere  include già  il dolore…ma è l’amore, anche dopo la morte, che domina e vince sempre

[©Patrizia Zara]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora