“Aironi di carta” – Giulia Fera, Francesco Testa

0
252
Nessun Voto

AUTORE: Giulia Fera, Francesco Testa
TITOLO: Aironi di carta
GENERE: Narrativa

TRAMA

Mentre nel quartiere partenopeo l’ambulante del pesce urlava a squarciagola, marcando il territorio per vendere il pescato, Rosaria poco più che bambina, intenta a preparare il caffè in un angusto bugigattolo viene violentata dal padre. Come un orco afferrò quelle tenere carni per farne oggetto dei suoi desideri animaleschi. La frase “come ti si fatta bella” diventa un singulto, l’urlo confuso di una bambina, ammantata da profonda vergogna. Questo è lo scenario raccapricciante che si presenta nelle prime pagine del libro. E’ ritorna l’incubo mai raccontato, riecheggia nella memoria di Rosaria, anima rabbiosa e con la mente altalenante tra cieli mesti e ombre del passato.

Viene allontanata dalla casa d’origine, diventata culla di aberrazione e promiscuità. E’ accolta in una comunità protetta con i suoi unici effetti personali chiusi in un sacco nero dell’immondizia. La trama si presenta come un percorso di crescita, un insieme di dialoghi intimistici, talvolta in vernacolo partenopeo, in cui risaltano i ricordi del quartiere, i sogni adolescenziali perduti e le visioni dello stupro che cerca disperatamente di rimuovere. Tante le figure incontrate nella comunità e nel nuovo quartiere; tutte figure di supporto e riferimento che la rimetteranno con fatica sulla strada maestra.

Si amplificano i dialoghi, le rinnovate passioni, i sentimenti e gli incontri ostruttivi con persone come: Don Gaetano, un ipovedente goffo e dall’animo gentile, che le racconterà del suo passato; padre Celestino con cui si tuffa nel mondo spirituale per sentirsi rincuorata con autentica generosità; e donna Elvina, ex insegnante in pensione, persona dall’animo sensibile e spontaneo che si prenderà cura di lei con grande slancio. Rosaria, per non affogare in fondo all’abisso, impara ad esprimere al mondo circostante il suo dramma. È un’adolescente alla continua ricerca delle sue origini, ha tanta paura e reticenza a raccontarsi. Gettare sul fare del nuovo giorno i suoi manoscritti, diventa un rituale catartico.

E’ il suo cuore che palpita e freme di dolore, impara a parlare alla carta, con flebili schegge che si librano nel vento, finendo in cortile. Come airone di carta sanguinano, esprimono tutta la sua profonda solitudine. La scrittura diventa magico rifugio, luogo in cui trovare pace e conforto. Scrivere diventa un mezzo per vivere nuove stagioni. E’ un modo per esorcizzare le paure e rinfrancare la sua anima. Fogli gettati che planano come aironi. Sono voli carichi di speranza. Luogo silenzioso e introspettivo dove imparerà a conoscere se stessa per imparare a ri-emergere e ri-trovare nuove verità.


RECENSIONI

Il tema della violenza è un argomento da trattare in “punta di piedi” perché non è facile, per quanto ci si sforzi, a comprendere cosa possa provare una persona la cui anima è stata violata, in questo caso sessualmente, ancora più complicato se si tratta di pedofilia tra le mure di casa. Per questo motivo, Aironi di carta mi ha colpito molto. Pagine profonde, piene di emozioni che hanno dato vita a Rosaria, portavoce di chi ha avuto un passato simile. Gli autori hanno avuto la capacità e grande sensibilità di far comprendere il senso di colpa e tutte le emozioni di chi subisce queste atroci violazioni.
Di quanto sia doloroso perdere l’infanzia e consapevolezza di sé stessi e di quanto sia bello quando si supera tutto questo e si è pronti a cambiare in meglio la propria vita.

Non bisogna mai perdere la volontà, grazie anche all’aiuto di altre persone o di una comunità. Molto intense le storia degli altri personaggi che fanno da cornice importante al.romanzo e aiutano Rosaria, con il loro passato e i loro consigli a ritrovare la forza di vedere da un nuovo punto di vista la sua vita e l’amore e ripensare al suo dolore non per abbattersi, ma per ricordare che sono ferite dove lei è riuscita a uscirne vincitrice. Aironi di carta non è solo il titolo del libro, ma parole di sfogo come aiuto per Rosaria di aiutarsi a mettere in chiaro i suoi pensieri come solo scrivendo si può fare.

[©Francesca Gianfreda]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora