“Il retro del cuore” – Florinda Bruccoleri

0
368
Nessun Voto

AUTORE: Florinda Bruccoleri
TITOLO: Il retro del cuore
GENERE: Narrativa

TRAMA

La lacerazione del sentimento, il dualismo del legame: questo è al centro della storia di Bianca. Una donna, una giovane professionista, schiacciata dallo stesso organo che cura: il cuore. Due terre distanti: una d’appartenenza e una d’adozione. Le radici che restano sepolte in Sicilia, insieme ad un passato felice e doloroso al contempo e nuove foglie da far germogliare, a fatica, a Roma. Bianca vive a lungo di rimorsi e sensazioni contrastanti, immersa nella frenesia del suo lavoro, avvolta dall’amore totale di un uomo che la venera e progetta un futuro con lei, e un amore interrotto ma mai nel sogno. Due pezzi di uno stesso sentire che la strappano a metà, e la fanno girare su se stessa come una moneta su un tavolo, mostrando ora una faccia ora l’altra: ora il fronte, ora il retro.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Quale delle due strade sceglierà di percorrere Bianca? Tuffarsi nella dolcezza molle di un’isola che l’ha anche tradita, o affidarsi alle braccia sicure di chi la ama incondizionatamente? Il Retro del Cuore è un viaggio d’introspezione psicologica, ma anche di scambi continui tra presente e passato, memoria e proiezioni, passione e familiarità, per una donna tanto forte quanto delicata, che tiene insieme i pezzi di una vita costellata di scelte, rinunce e successi personali.


RECENSIONI

“Il retro del cuore” è il romanzo d’esordio di Florinda Bruccoleri, una giovane psicologa che ha ambientato la propria storia tra la sua terra d’origine la Sicilia, e Roma. Il suo è un bellissimo romanzo introspettivo, un viaggio carico di emozioni e sentimenti contrastanti. Bianca, la protagonista è una donna divisa a metà tra un passato dolce amaro che le ha stravolto la vita ed un presente a cui sente di non appartenere. Dilaniata nei suoi sentimenti non riesce a vivere appieno la sua vita, soprattutto quella sentimentale, per cui si getta a capofitto in quella lavorativa, in cui è uno stimato cardiologo.

Proprio lei, che cura questo misterioso organo, ne è succube. Infatti, nonostante il dolore, la lontananza che ha posto tra sé e questo amore travagliato, non riesce a sciogliere il “filo rosso” che secondo un’antica leggenda giapponese lega due anime destinate ad appartenersi. Chissà se l’incontro con Andrea, un affascinante architetto riuscirà a ricucire le ferite che Bianca si porta addosso… A voi scoprirlo.

Io posso solo consigliarvi di leggere questo bellissimo romanzo, in cui presente e passato si mescolano tra loro, con i ricordi che ne fanno da padrone… Scritto benissimo, in maniera delicata e quasi poetica, ma soprattutto molto coinvolgente, l’autrice è stata molto brava nel rendere reali e tangibili i tormenti di Bianca.
Romanzo che mi è piaciuto tantissimo, per cui consigliatissimo!

[©Maria Montuori]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

>

Vota ora