“Non ditelo allo scrittore” – Alice Basso

0
503
Nessun Voto

FRASI

“A me piacciono poche persone, è un dato di fatto. Quando hanno distribuito tolleranza e stima verso il prossimo, sono arrivata tardi perché c’era coda allo sportello del cinismo.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Ah, fanciulla, credimi, ti capisco. Non c’è niente che faccia male a una persona scrupolosa e precisa quanto accorgersi di aver combinato un casino. Sarebbe bello appartenere a quella spensierata categoria di persone che quando inciampano riescono a non vergognarsi di sè fino all’autocombustione, ma non a tutti è dato.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

Leggi la nostra recensione

“Invecchiare non serve a un accidente. Non ti aspettare granché dallo scorrere del tempo. Continuerai a sentirti fuori posto e a non capire come funziona gran parte del mondo. Continuerai a scoprire che c’è gente a cui non piaci senza che tu sappia bene cos’hai fatto di male, e dovrai imparare a conviverci. Continuerai a scontrarti con regole sociali che nessuna autorità che pure potrai aver acquisito ti darà mai la facoltà di ignorare del tutto. Continuerai a voler essere diversa, a essere fiera di essere diversa, e allo stesso tempo a dispiacerti, sotto sotto, che gli altri non siano uguali a te o peggio ancora, che nemmeno vogliano esserlo. E se, come credo, sei un po’ come me, continuerai a provare la tentazione di scappare e di trovare rifugio in un mondo di carta che però a un certo punto non ti basterà più – spero solo che tu non lo capisca troppo tardi. Quindi comincia subito a trovare il tuo modo per sopravvivere a tutte queste cose, […] perché il passare del tempo da solo potrebbe non bastare a darti la ricetta.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Tutti vogliono sempre che capisca da sola. Solo perché lo so fare non è mica detto che abbia sempre voglia di farlo.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Però – ora l’ho capito – io non voglio nemmeno vivere esclusivamente per vincere o essere vinta. Per attaccare o essere vittima. Per umiliare o sentirmi umiliata. Per essere in guerra e mai in pace.
[…]buttarsi nel mondo a spada sguainata: io lo faccio da sempre e adesso mi accorgo di quanto sterile e sfiancante stia diventando.
Questa è la verità. Pura e semplice.
Forse inizio ad averne abbastanza di vivere in guerra.
Forse a me un po’ di pace non farebbe più tanto schifo.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“C’è solo una cosa che mi viene peggio del guardarmi dentro: prenderla bene quando mi guarda dentro qualcun altro.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Anche se non è sicura di cosa vuole davvero dalla vita, è possibile che abbia appena iniziato a farsi un’idea di cosa NON vuole.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Lo odio.
Dio, che fastidio.
Perché non c’è nessuno che sia così odioso quanto qualcuno che è odioso fino a quando non smette di esserlo e ti costringe a sentirti pure in colpa per averlo odiato.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“È da vigliacchi rinfacciare colpe a chi ti ha già chiesto scusa.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Quando ti odiano i cattivi ti senti un eroe. È quando ti odiano quelli che credevi buoni che ci resti di merda.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Perché è così, da un momento all’altro, che ti piombano addosso le cose che ti cambiano la vita.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“Una volta uscito dal cassetto del suo autore, un libro diventa di chiunque lo legga, e ciascuno ha il diritto di trovarci dentro quello che vuole.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

“…quando le persone tengono a qualcosa diventano vulnerabili e ricattabili.”

[Alice Basso – Non ditelo allo scrittore]

 

Vota ora