“Analfabetismo sentimentale” – Giorgia Bianchin

0
269
4.5/5 (2)

AUTORE: Giorgia Bianchin
TITOLO: Analfabetismo sentimentale
GENERE: Romantico
EDITORE: Rizzoli

TRAMA

Viola. Trent’anni, una vita senza rilevanti scossoni, agitata esclusivamente dalla colonna sonora che l’accompagna ogni giorno. Un amore ormai distante, mai premuroso. Una coppia come tante, come noi. Un lavoro, delle amiche, tutto in regola con ciò che la società esige da una della sua età, ma qualcosa sta per sconvolgere il suo monotono quotidiano. Una rivoluzione alle porte che minerà la sua fittizia stabilità gettandola in un caos emozionale.

Attratta dall’altro e da altri luoghi, coverà un intenso senso di insoddisfazione che prenderà il sopravvento alterando all’improvviso tutta la sua vita. Lavoro e amore cambieranno direzione lasciandola sola. Si ritroverà abbandonata, delusa e priva di aspettative, ma le donne della sua vita si prenderanno cura di lei in un modo inaspettato. Si intrecceranno musica e amori intorno a una protagonista a volte ironica, a volte disfattista e rassegnata.

Passerà da un lavoro precario a un altro, conoscerà uomini e donne che segneranno la sua esistenza portandola inevitabilmente a crescere. Crederà di essersi innamorata più di una volta e gli scompensi del cuore la porteranno a essere un’altra Viola, sicura e dinamica. Il desiderio di perdersi, una grande casa, notti consumate tra lacrime e lenzuola, una chitarra, un palco, un amore graffiante e delicato, la nostalgia per un’età andata e la voglia di rivalsa.


RECENSIONI
“Analfabetismo sentimentale” è un romanzo interamente basato sulle emozioni e sulle scelte, più o meno condivisibili della protagonista… Viola, una trentenne che vive una vita ordinaria, divisa tra un impiego abitudinario ed una relazione ormai scandita solo dalla routine e da mille incomprensioni. Un bel giorno la sua vita viene totalmente stravolta ed è così che Viola si ritrova a fare i conti con se stessa, con le notti consumate tra lacrime e lenzuola, con le sue scelte giuste o sbagliate che siano, con i suoi sentimenti, i suoi sogni di adolescente, con la sua voglia di rivalsa su una vita che le sta stretta da troppo tempo.

Il tutto accompagnato da canzoni bellissime che faranno da colonna sonora alla sua vita… Perché Viola senza il suo ipod non ci sa stare, la musica è una costante, è in lei che Viola trova la forza di andare avanti, di riprovare ma soprattutto di ritrovarsi! E magari di inciampare nell’amore vero, quello adulto, responsabile… Ma questo sta a voi scoprirlo.

Storia ben scritta, personaggi ben delineati, mi è piaciuta moltissimo l’idea di dare spazio alle emozioni, ai pensieri della protagonista. Finalmente una ragazza normale, intrisa di sogni ad occhi aperti e delusioni, ironica e disfattista, un’amica della porta accanto.
L’unico appunto avrei preferito qualche dialogo in più, ma anche così è stata una bella lettura che consiglio a tutti!

[©Marina Montuori]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora