…perché ora so di essere

0
164
Nessun Voto

…perché ora so di essere un uomo buono, e l’uomo buono, ho scoperto, non paga i propri conti con la moneta della fedeltà. Quella è redentrice per i fedifraghi. L’uomo buono paga fino in fondo con la sofferenza solitaria di ogni volta in cui spera di non sopravvivere all’immensa responsabilità della cosa fatta- e invece sopravvive, ammutolisce e passa oltre. I dolori si dileguano,i pentimenti si confondono, i contorni del ricordo si dissolvono: e poi stordisce, e appaga, questo mistero di una vita tanto più grande di tutti i suoi pezzi messi insieme.
[Sandro Veronesi, Il ventre della macchina in Baci scagliati altrove – Fandango libri]
lefrasi
Foto: web

Vota ora