“La libreria dove tutto è possibile” – Stephanie Butland

0
270
Nessun Voto

FRASI

“Chiunque abbia lavorato in una libreria per più di un pomeriggio vi dirà che la gente compra i libri per i motivi più disparati. C’è il puro e semplice amore per i libri, la consapevolezza che lì dentro c’è una via di fuga, un’occasione per imparare, un posto per scatenare e far giocare la mente e il cuore. Un consiglio, un passaggio in TV, il desiderio di perfezionarsi, la voglia di far colpo, la speranza di diventare una persona migliore: tutti motivi validi, nessuno dei quali però garantisce che il libro verrà aperto.”

[Stephanie Butland, La libreria dove tutto è possibile – Garzanti/Trad. E. Valdré]

Scopri più di questo libro

“…era come aver trovato finalmente un modo confortevole di esistere, con i piedi per terra, lo sguardo rivolto in avanti, nessun bisogno di fare alcunchè tranne un bel respiro per decidere la prossima mossa.”

[Stephanie Butland, La libreria dove tutto è possibile – Garzanti/Trad. E. Valdré]

 

“Quando la tua famiglia esplode (o implode?) le cose più evidenti, tipo l’impatto di uno schiaffo, fanno male per un po’, però sbiadiscono in fretta perchè sei costretta a farci l’abitudine, e di solito lo fai evitando di pensarci. Da quanto ne so, sono le piccole cose come questo libro ritrovato che ti perseguitano in eterno.”

[Stephanie Butland, La libreria dove tutto è possibile – Garzanti/Trad. E. Valdré]

 

“Grazie, ma non sono molto socievole”, è stata la mia replica. Ho scoperto che è il modo migliore per impedire alla gente di chiedermi di fare qualcosa, perchè a una frase simile non c’è una vera e propria risposta, come al contrario esiste se dici che hai da fare (“si tratta solo di un paio d’ore!”), che sei al verde (“Costa solo cinque sterline! Offro io!”) o che non credi possa piacerti (“Non si può mai sapere! Provaci!”).”

[Stephanie Butland, La libreria dove tutto è possibile – Garzanti/Trad. E. Valdré]

 

Vota ora