“La signora delle Camelie” – Alexandre Dumas

0
299
Nessun Voto

FRASI

“In Marguerite vi erano ancora la fierezza e l’indipendenza, due sentimenti che, feriti, sono in grado di fare quello che fa il pudore.”

[Alexandre Dumas – La signora delle Camelie]

Scopri più di questo libro

 

“Il ricordo di Margherita mi perseguitava senza requie. Avevo troppo amato e amavo troppo quella donna perché potesse diventarmi di colpo indifferente. Bisognava che l’amassi o che la odiassi.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Le decisioni estreme si rimandano sempre.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Gli amici non sono mai indiscreti.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Il cuore mi batté quando seppi che era lei; e i due anni passati senza vederla, e il risultato che pareva aver avuto quella separazione, sembrarono svanire nella nebbia al solo contatto della sua veste.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Non so se lo abbiate osservato, ma basta che si pronunci una volta davanti a voi il nome d’una persona che sembrava dovesse rimanervi sconosciuta o per lo meno indifferente, perché tanti particolari seguitino a raggrupparsi attorno a quel nome e perché udiate allora tutti i vostri amici parlarvi di una cosa della quale nessuno vi aveva parlato prima. Scoprite allora che quella persona quasi vi toccava, vi accorgete che essa è passata molte volte nella vostra vita senza che l’abbiate notata; trovate negli avvenimenti che vi riferiscono una coincidenza, una affinità reale con altri avvenimenti della vostra propria esistenza.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Certo, devo sembrare piuttosto ambizioso quando pretendo che dalla tenue vicenda che vi sto raccontando possano scaturire delle grandi verità; ma io sono tra coloro i quali credono che il tutto stia nel poco. Il bambino è piccolo, ma racchiude l’uomo; il cervello è limitato, ma ospita il pensiero; l’occhio non è che un puntino, ma abbraccia le miglia.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Margherita era stata bella, ma il parlare che si fa attorno alla vita stravagante di quelle donne è pari al silenzio che circonda la loro morte.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

“Penso che non si possano creare personaggi senza aver studiato a fondo gli uomini, come non si può parlare una lingua senza averla seriamente imparata.”

[Alexandre Dumas, La Signora delle Camelie – 1985, Alberto Peruzzo Editore]

 

Vota ora