“Fedeltà” – Marco Missiroli

0
2168
Nessun Voto

FRASI

” era abile a smontarsi dubbi anche se il sospetto metteva radici.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Non era “ancora”. Avrebbe potuto essere qualsiasi cosa. Sui pedali, alzandosi come a pochi metri dal traguardo, si era sentito invadere dalla gioia dietro lo sterno. Aveva percorso la discesa con la certezza che quello fosse il culmine e l’addio di una stagione, e che sarebbe entrato di lì a poco nella sua nuova vita da uomo. Si addormento’ con la stessa malinconia, o forse avrebbe potuto dire che era contentezza.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

Scopri più di questo libro

“Le fini portano inizi.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Era sua madre, una donna seppellita dal galateo che si concedeva insubordinazioni minime: il piede nervoso sotto il tavolo, rigirarsi l’orologio, fare l’occhiolino a uno dei due figli sperando di frenare potenziali insolenze, servire pietanze per interrompere discorsi incendiari. Aveva il dono, di sedare gli accenni di rivolta.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

” quando Margherita arrivò lui alzò lo sguardo e la osservò: poteva scomporre il sentimento per lei […] il modo discreto di esserci, sotto sotto sembrava sempre sorridere, l’aria spaesata per un pensiero improvviso, la seduzione furtiva e poi irruente: sua moglie conosceva meglio di lui cosa li teneva insieme.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Gli aveva scritto e lui le aveva risposto in modo composto, tranne che per i puntini di sospensione che chiudevano la frase […]. Una volta Carlo le aveva detto che i puntini di sospensione sono una debolezza: gli scrittori li usano se vacillano sulla pagina. Poi avevo letto “Avventure della ragazza cattiva”, e si era resa conto che i puntini volevano dire altro. Le anime di Vargas Llosa li usano come preliminari di rivoluzioni. Tre puntini per un’intesa amorosa. Tre puntini per una sommossa politica. Tre puntini per sedursi.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Di sera si spegneva tutto e diventava la Milano sorniona a cui non voleva bene. Lo aveva capito nel suo primo trasloco, quando si era sistemato in un appartamento di Porta Venezia, godendo di un’architettura nuova, starsene sotto casa mentre gli altri dormono, assistere al borbottio di una festa, i bicchieri della staffa, appoggiarsi all’angolo della propria via e vedere una città inquieta quanto lui.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“La guardò, Margherita reggeva il volante tenendo la mano in grembo, la testa un poco inclinata sul sedile: era come se in quel giorno la vedesse davvero per la prima volta. Più bella, non per gli orecchini a pendaglio, o per la luce negli occhi stanchi: aveva l’aria di chi si abbandonava a se stessa, al pari di quando da ragazzina trasognava ascoltando le musicassette a letto. Avrebbe voluto confessarglielo. Sei più bella, invece tacque e si godette la sua bambina con qualcosa di diverso.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Dai muscoli avevo imparato che i movimenti forzati esponevano l’intero organismo a ripercussioni . Il corpo come tribunale […].”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“qui lui aveva saputo che le voglie possono sconfinare.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Con lui avevo intuito che l’infedeltà poteva significare fedeltà verso se stessa.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Si alzò dai gradini del Duomo e inarcò la testa, la Madonnina era così piccola. Gli era affiorata una consapevolezza: che il mondo esteriore – i fatti e le attualità e i cambiamenti di un’epoca -, tutto fosse stato surclassato dal proprio tempo interiore – l’ossessione, l’intimità, i marchingegni viscerali -, come se al di fuori del proprio ecosistema ogni cosa sfumasse.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“… Pativa per gli orizzonti che non sarebbe riuscito a vivere… “

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Mano mano che si avvicinava aveva una trepidazione che era malinconia, non poter fare a meno di essere ciò che si è.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“La parola sbagliare ha molti significati nascosti”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

 

“Era strano rivedere il passato e trovarlo giusto. Se era diventata questo, se erano diventati questo, ogni cosa aveva avuto un significato.”

[Marco Missiroli, Fedeltà]

Vota ora