“Diario di un’apprendista astronauta” – Samantha Cristoforetti

0
1389
5/5 (2)

FRASI

“L’addestramento degli astronauti deve trasformare l’eccezionale in ordinario, rendere familiari esperienze fuori del comune prima ancora di incontrarle. Ogni tanto, però, è bello prendersi un minuto per assaporare la straordinarietà di ciò che viviamo.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“I libri mi hanno dato le parole e l’immaginazione. Li leggevo di nascosto, sotto il banco a scuola, sotto le coperte quando era ora di dormire, con un senso di complicità e sfida. Erano momenti di solitudine, ma in cui non mi sentivo mai sola.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

Scopri più di questo libro

“Non mi aspettavo intuizioni folgoranti dalla mia missione nello spazio, né ne ho avute. Non so nulla di più di prima sul senso dell’esistenza umana o sulla presenza di vita fuori dalla Terra. Tuttavia non posso fare a meno di pensare, o almeno sospettare, che questa esperienza mi abbia procurato un certo acuirsi della sensibilità, che abbia preparato il mio spirito a comprendere ciò che altri, forse, metteranno in parole.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“Un sogno è un concentrato di immaginazione, ha la forza di alimentare la motivazione quotidiana, ma anche la determinazione caparbia di perseguire un obiettivo lontano e improbabile. Come ogni cosa umana, ha anche i suoi rischi. Chi realizza il sogno può illudersi con superbia che il successo sia soltanto il risultato del proprio agire, dimenticando le circostanze favorevoli, i tanto casi della vita, forse meno benevoli verso altri, non meno meritevoli. […]
Penso che sarebbe un bene se tornassimo a riconoscere alla fortuna il ruolo che inevitabilmente gioca nelle vicende umane, che guardassimo con ammirazione misurata chi realizza i propri sogni con altrettanta misurata ammirazione chi li persegue con impegno dignitoso. Se anche le circostanze non sono favorevoli, l’impegno rimane e con esso i suoi frutti.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“È questo che voglio più di tutto imprimere nella mia mente, nelle fibre del mio corpo, quello che non può essere registrato da una telecamera: la sensazione di fluttuare, il piacere di muoversi senza alcuno sforzo e di abitare lo spazio nelle tre dimensioni. L libertà di mangiare a testa in giù sul soffitto. Senza alcuna ragione, semplicemente perché posso.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“La Terra sembra eterna, quando vedo sulla sua superficie le cicatrici di processi lunghi centinaia di milioni di anni, crateri di impatto e crateri di vulcani, linee di collisione e linee di separazione, segni di erosione e segni di deposizione, cambiamenti ancora in corso ma troppo lenti per poterli percepire. Su questo sfondo tutto ciò che gli esseri umani hanno prodotto, dalle piramidi ai grattacieli, dai dipinti delle caverne a Picasso, tutto mi pare compresso in un momento di pausa tra due raffiche di vento.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“C’era così tanto da amare in Giappone: le toilette con più funzionalità di un aeroplano; i guanti bianchi dei tassisti; la cucina ricca e sofisticata come forse nessun’altra; l’eleganza del servizio; i treni Shinkansen che partono con la frequenza di una metropolitana spaccando il secondo, ma attraversano il paese a 300 km all’ora; il sakè e il manzo di Kobe; gli “onsen” e la salita notturna al monte Fuji; le grandi arterie di Tokio fiancheggiate da grattacieli e, allontanandosi di appena qualche minuto dalla strada trafficata, quartieri placidi e silenziosi come un paesino; bar affollati e rumorosi in cui, se un terremoto scuote bottiglie e bicchieri, le conversazioni riprendono dopo pochi secondi come se nulla fosse accaduto. Più di tutto amo una certa gentilezza di modi, tutta giapponese, che mi pare corrispondere a un’autentica gentilezza d’animo.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“Siamo un battito di ali delle stelle: muoiono partorendo gli atomi che ci compongono, ma sono del tutto ignare delle vicende umane, indifferenti ai nostri barlumi di grandezza e agli abissi del nostro ego. Forse guardando le cose da una scala cosmica saremmo più disposti a perdonarci a vicenda la nostra piccolezza, ad aiutarci l’un l’altro a vivere con serenità il nostro breve tempo sulla Terra.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“Siamo così, noi essere umani. Alcuni capaci di vette di pensiero razionale, altri prigionieri di illusioni e ragionamenti fallaci, la maggior parte di noi a metà strada, a volte vincenti, a volte perdenti nella quotidiana lotta per la lucidità.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“Imparai la lezione: se hai la sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato, probabilmente è perché c’è qualcosa di sbagliato. Inutile forzare e cercare di andare avanti di pura forza di volontà. È molto più intelligente ed efficace fermarsi, analizzare la situazione, risolvere il problema e poi continuare. Anche, e forse soprattutto, se sei di fretta.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“La vita è fatta di relazioni complesse e imprevedibili, e il mio essere qui, oggi, è risultato di tutto ciò che è successo prima, non importa se mi sia apparso, nell’immediato, cosa buona o cattiva. Anche chi ha voluto ostacolarmi è diventato un tassello essenziale della mia storia. Lo porto con me nello spazio, insieme a ogni persona che ho incontrato, a ogni cosa che ho imparato, a ogni esperienza che ho vissuto.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“A volte resto nella Cupola per un’orbita intera, prima di andare a dormire: mentre la Stazione spaziale cinge la Terra nel suo abbraccio, io guardo in silenzio il film muto che si spiega davanti ai miei occhi, in un susseguirsi incessante di mari e continenti, deserti e montagne, laghi e ghiacciai, foreste e città.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“L’addestramento migliore è quello in cui si fanno tutti gli errori possibili.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

“La felicità mi coglie sempre di sorpresa, arriva di soppiatto, inattesa e insperata. Credo che maturi dentro lentamente, senza disturbare, finché un piccolo dettaglio la fa traboccare e lei rapidamente impregna il corpo e l’anima.”

[Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta]

 

Vota ora