“Nel silenzio delle nostre parole” – Simona Sparaco

0
583
5/5 (1)

FRASI

“L’amore è continuamente disseminato di ordalie, che servono ad ampliarne la struttura, a saggiarne le fondamento”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

Leggi la nostra recensione

 

“Io soffro semmai dell’idea che il dolore possa offendere la tua dignità. Non posso prometterti molto, ma questo sì: ovunque tu andrai, io ti seguirò.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“I genitori ci finiscono nello sguardo, nelle parole, senza che ce ne accorgiamo”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“[…] nemmeno [il sole] sarebbe stato capace di sciogliere la lastra di ghiaccio che Polina avvertiva dentro di sé e che la teneva in bilico, in prossimità dell’abisso.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“era stato il periodo in cui aveva compreso che il dolore non era un pianeta, bensì una galassia che si frantuma in mille mondi possibili. Persino il dolore fisico, che sembra più omogeneo e coerente, non era stato più lo stesso.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“La vecchiaia è brutta […] ti mette di fronte a ciò che di più ignoto possa esistere nella vita: la sua fine. E io, i salti nell’ignoto, li ho sempre fatti con tuo padre.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“Quando mio figlio diventa la mia ragione di vita, significa che ho abbandonato la ragione invisibile della mia vita.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“È incredibile come la vita metta alla prova la tua capacità di resistenza. Ma se sei disposto a lottare, non riescono a strapparti via tutto. La dignità di un uomo resiste, ben oltre l’immaginabile.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“Arriva sempre un momento in cui un genitore da un figlio si aspetta qualcosa, dimenticandosi di quanto fosse bello aspettarlo e basta.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“Le cicatrici sono come storie da raccontare, Bastien. E questa” aveva concluso le, sfiorandogli l’ombelico con un dito, “è la storia di te dentro di me.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“Tu vorresti da me una descrizione di quello che vedo, ma io posso offrirti solo quello che sento.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“Quante parole ci diciamo che sono solo silenzio? Perché vorremmo dirne altre ma non abbiamo il coraggio di dargli voce.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

 

“…il silenzio delle nostre parole si fa così assordante che ho bisogno di una via di fuga.”

[Simona Sparaco, Nel silenzio delle nostre parole]

Vota ora