“Le guide del tramonto” – Arthur C. Clarke

0
634
Nessun Voto

AUTORE: Arthur C. Clarke
TITOLO: Le guide del tramonto
TRADUTTORE: G. Monicelli
EDITORE: Mondadori
GENERE: Fantasy

TRAMA

Fine del XX secolo: una razza aliena giunge sulla Terra. Gigantesche astronavi occupano i cieli del pianeta ma i Superni – così gli uomini chiamano i misteriosi visitatori che per decenni non si mostrano e limitano quanto più possibile i contatti – non hanno intenti bellicosi. Usano i loro straordinari poteri non per conquistare il nostro mondo, ma per imporre la fine di ogni ostilità. Tutte le risorse precedentemente destinate agli armamenti vengono così dirottate verso il progresso e inizia una vera Età dell’Oro. Un lungo periodo di pace e prosperità durante il quale però i Superni non consentono viaggi ed esplorazioni spaziali: “Le stelle non sono per l’uomo” avvertono.

Solo Jan Rodricks, inquieto astrofisico, continua a chiedersi cosa ci sia oltre l’atmosfera e cerca un modo per aggirare il divieto. In tutta la narrazione fantascientifica di Arthur C. Clarke il tema di fondo è l’avventura della razza umana fra i misteriosi fondali dell’universo, l’enigma del nostro destino fra gli astri. Nelle “Guide del tramonto”, pubblicato originariamente nel 1953, particolarmente intensa e struggente risuona la nota metafisica, personificata da queste misteriose figure dall’aspetto di demoni giunte sulla Terra con un progetto più alto per l’umanità che non la mera sopravvivenza.


RECENSIONI

Quale sarà il futuro del genere umano?
Quali saranno le conseguenze degli armamenti nucleari, e del nostro egoistico impatto sull’ecosistema terrestre?
Riusciremo a superare quello che sembra essere un suicidio di massa, spinto dal miraggio del consumismo?
Sono domande che potremmo farci oggi, nel 2019.
Arthur Charles Clarke (Minehead16 dicembre 1917 – Colombo19 marzo 2008), inventore e scrittore di fantascienza britannico, autore di “2001 – Odissea nello spazio”, nel 1953 compone un romanzo fantascientifico che ha il sapore di una riflessione sociologica e antropologica, al cui interno sviluppa svariati quesiti estremamente attuali.

In un anno non precisato della fine del XX secolo una razza aliena si presenta nei cieli di tutto il mondo, prendendo il controllo del pianeta e imponendo la fine di ogni conflitto. Non si tratta di un invasione violenta o di una schiavitù. Sono dei pacifici “supervisori”, che spingono l’umanità verso un periodo di sviluppo, libertà, pace, ozio e agio, rispetto degli altri esseri viventi e del nostro pianeta.Salvatori, si potrebbero definire oggi.Gli invasori non mostrano le proprie sembianze per 50 anni, generando una morbosa curiosità negli uomini per questa loro scelta.

Siamo di fronte ad una frattura della nostra storia, un incontro talmente sconvolgente da rivedere la centralità che diamo alla nostra presenza su questo mondo e in questo universo.
Siamo davvero così preziosi da poter sacrificare ogni cosa (altre forme di vita, la terra che ci ospita…) ,o è una risposta che diamo per giustificare la nostra coscienza e convenienza?

Quella presunzione cinematografica, spesso ego nazionalista, di riuscire a resistere con il nostro attuale avanzamento tecnologico, svanisce davanti a una razza proveniente da un mondo distante 40 anni luce, in grado di imporre la pace fra i nostri popoli senza violenza, unificarli, senza rispondere al lancio di missili nucleari, e in grado di oscurare la luce del sole per intimare ad uno stato il ritiro di una legge razziale contro i bianchi.

I terresti devono ancora mettere piede su Marte, che si trova mediamente a 4,24 minuti dalla Terra alla velocità della luce.
Senza azione, sparatorie, guerre, fughe, l’autore ci pone in un drammatico teso scenario apocalittico,dove la riflessione su chi siamo, chi siamo stati, da cosa deriva il nostro immaginario, generano una suspense sottesa.

Assolutamente attuale 66 anni dopo.

[©Davide Bonatti]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora