“Città irreale” – Cristina Marconi

0
98
Nessun Voto

FRASI

“… rimanemmo per la prima volta soli in una stanza. E ci ritrovammo.
Non so dire cosa si provi a riabbracciare un corpo così amato e ad amarlo per quello che è oggi, forti di quello che si è provato in passato. È l’esperienza della fedeltà più pura, nei confronti di se stessi e dei propri sentimenti più profondi, quelli che si è riusciti a mettere da parte per non tradirli. Io ero un’altra persona e così era lui, più forti di prima nel nostro abbraccio e nella solitudine, forse necessaria, che l’aveva preceduto.”

[Cristina Marconi, Città irreale – Ed. Ponte delle Grazie]

Scopri più di questo libro

Vota ora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here