“Le vite parallele” – Antonio Fusco

0
384
Nessun Voto

FRASI

“Quanti matrimoni si reggono solo sul senso di responsabilità verso i figli? Quante cose si reggono solo sul senso di responsabilità verso i figli? Quante cose si sopportano o si fa finta di non vedere? Quante volte si torna indietro fingendo, perché l’unica cosa che conta veramente sono loro, i bambini che stanno a casa ad aspettare?”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

 

“Gli si accese un ricordo. Che notte fu quella, dopo che tutti gli invitati erano andati via. L’aveva osservata con desiderio per tutta la serata. Quell’abito esaltava le sue forme sinuose e gli stringeva il seno fin quasi a farlo uscire dalla scollatura. Nonostante il tempo passato, quell’immagine impressa nella memoria ancora gli faceva lo stesso effetto. Ebbe un fremito che si spense in un lieve sorriso.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

Scopri più di questo libro

 

“Negli ospedali la vita ritorna a una dimensione vera. All’essenziale. Tante certezze si dissolvono come la foschia del mattino all’alzarsi del sole e l’ordine delle priorità improvvisamente cambia. Denaro, potere, sesso, divertimento, successo lasciano il posto all’esigenza di restare vivi, non provare più dolore, respirare, camminare, parlare. Tutte cose che si danno per scontate, finché tra quelle mura ci si accorge che non lo sono. Anche la pietà diventa un valore, e la compassione un dono di Dio.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

 

“La tristezza si accasa nel buio della notte. Resta sospesa nell’aria e non va più via. Solo con la luce del sole si dissolve. L’alba è una liberazione, quando l’animo è cupo.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

 

“La verità non ama apparire nuda, ha bisogno sempre di una maschera per coprirsi. Ogni notizia, o calunnia, deve sempre partire dalle parole:《 Ho sentito dire…》, 《Si dice…》, 《Pare che…》. Giammai : 《Tizio mi ha detto》, 《Caio ha visto…》.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

 

“L’orrore non lascia mai indifferenti. Quando entra dentro consuma una parte di fiducia nell’umanità. Ci rende più insicuri. Diffidenti e, per questo motivo, anche più cattivi.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

 

“Smarrirsi è normale, fa parte della vita. Tutti si perdono almeno una volta. Ma sono pochi quelli che sanno ritrovarsi. Se ci riescono è perché, anche da lontano, non si sono mai persi di vista.”

[Antonio Fusco, Le vite parallele]

Vota ora