“Pagine d’amore per mio figlio” – Giovanni Tommasini

0
161
4/5 (1)

AUTORE: Giovanni Tommasini
TITOLO: Pagine d’amore per mio figlio
GENERE: Antologia

TRAMA

Sei Libri in un unico Ebook. Sei storie di vita vissute off-line. Quando l’unica piattaforma social nella quale cercare un’amicizie e condividere le proprie esperienze era l’Altro e la Realtà. La costruzione di una relazione d’aiuto. Sentire e Capire l’autismo. La mia storia con Cesare. ​​​​Una vita senza. Una storia di quotidiana resilienza. L’ultima lettera alla mia prima fidanzata. Il sogno americano del TOMATO BASEBALL CLUB. La scrittura emotiva. La dipendenza da internet e il futuro delle nuove generazioni, che stanno nascendo, crescendo, vivendo perennemente connessi, senza più la fecondante esperienza relazionale con un Altro significante. Con un capitolo finale di descrizione delle nuove e gravi patologie derivanti dalla dipendenza da internet. Test finale per valutare la propria dipendenza da internet…

Nessuno sceglie quando venire al mondo. Così come nessuno decide quando lasciarlo. È possibile che, lungo il sentiero della propria vita, si possano raccogliere, nel cestello del proprio vissuto, tutte quelle esperienze che, una volta poste in esame sopra un tavolo al ritorno a casa, si rivelano per quella cardinalità che è tipica delle parabole, delle favole antiche e degli insegnamenti, coniati da un senso profondo del quale è impossibile scorgere il fondo? È una domanda antica e permeante, soffusa e spietata, che intercede qualsiasi pensiero non appena lo scrivano, in qualunque parte del mondo esso si trovi, si segga sulla sua seggiola ed abbia modo di impugnare la penna. Quanto è fattibile la misurazione del loro riverbero effettivo? La vibrazione innestata avrà una valenza a lungo gettito? Verrà ascoltata? Può davvero, la singola esperienza vissuta e respirata nell’intimo, protrarsi oltre la bolla dell’individuale ed andare ad influenzare concretamente il mondo altrui?

È su queste basi che, al primo acchito, il nuovo lettore si approccia a Giovanni Tommasini; perché la medesima domanda, di riflesso, se la pone soprattutto lui, cliente finale: quanto ha peso il testo che leggerò? Mi fornirà quelle soluzioni a cui tendenzialmente punto, quando attingo ad un’opera letteraria, artistica, scientifica, comunque modellata dall’uomo? Perché è inevitabile affermarlo: l’essere umano è alla assidua ricerca del proprio simile, ovunque esso sia; in modo costante, instancabile, seguendo quel flusso spesso e non misurabile, infinito come il tempo, dettato dal suo stesso istinto recondito. E l’opera d’arte, etimologicamente ideata e gestita dalle braccia, costituisce, senza dubbio fatto, l’agente artificiale di un pensiero, di un concetto immesso dall’Altro; un canale di comunicazione espresso ed inserito nella realtà. Una liberazione, come riterrebbe Tommasini.
(dalla prefazione di Alessio Callegari)

Scopri di più


RECENSIONI

“Pagine d’amore per mio figlio” è una raccolta di sei libri: Sentire e capire l’autismo, Una vita senza, L’ultima lettera alla mia prima fidanzata, Il sogno americano del TOMATO BASEBALL CLUB, Emozioni e parole, La dipendenza da internet e il futuro delle nuove generazioni. II filo che collega tutti e sei questi racconti è l’autore, in quanto racchiudono elementi della sua vita. Partiamo con la sua esperienza con un bambino autistico, Cesare, in cui ci racconta la nascita e l’evoluzione del loro rapporto, aprendo le porte ad un mondo complicato. Per poi passare al baseball, alle paure di un padre, vissuto negli anni ’80, per la necessità sempre più profonda di essere connessi, fino alla scrittura emotiva e alla commovente “lettera alla mia prima fidanzata”.

Ho lasciato volutamente per ultimo “Una vita senza” perché è stato senza dubbio il racconto che mi ha colpito di più. Parliamo di un mix di violenza, tristezza, speranza e tenacia. L’autore punta molto sulla parola resilienza, che può anche da sola riassumere buona parte del racconto, ma credo ci sia qualcosa di altrettanto importante: il coraggio. Il coraggio di opporsi, di seguire la propria strada, nonostante tutto. Ogni parola è dura, cruda, una botta al cuore.

Si percepisce tutto il dolore e la disperazione del protagonista, senza filtri. Mi ha tenuta attaccata alle pagine fino alla fine, con il fiato sospeso. È vero, si tratta di una storia forte, ma che vale la pena leggere. In conclusione, posso dire che “Pagine d’amore per mio figlio” è stata una lettura piacevole ed emozionante, variegata ma mai noiosa. Consigliato, soprattutto a lettori adulti.

[©Giulia Longarini]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here