“Evanescente depressione” – Salvatore Scalisi

0
840
3/5 (1)

AUTORE: Salvatore Scalisi
TITOLO: “Evanescente depressione”
GENERE: Narrativa

TRAMA

Fabrizio è un depresso. Ha tutto per avere una vita normale; ma un segreto tarlo lo corrode e non lo fa andare avanti. Bruna, la sua migliore “amica” di sempre, gli sta molto vicino. Così pure Biagio, l’amico malato di cancro, che incontra spesso al bar. Ed è bello anche fare conversazione col suo amico negoziante che lo invita ad una festa. Dablo, il suo cane, è in buone mani. Lo affida, infatti, ad Antonella, la bellissima donna che è la sua nuova fiamma. Ma il suo “male occulto” lo porta a tentare il suicidio. Il tuffo in acqua che lo fa quasi annegare, però, lo riporta ad apprezzare la vita. Sì; adesso vuole vivere alla grande e pienamente.

Ce la farà o è solo un sogno quello che potrà accadere? Il nostro Salvatore Scalisi ci fa vivere una storia come sospesa in un mondo rarefatto, dove tutto è fluttuante ed evanescente, possibile ed impossibile. Verità e allucinazioni si susseguono. Spazi di luce e di buio si alternano subitaneamente. Fabrizio riuscirà a vivere bene? Chi lo sa; la vita è mistero.
Come in una tela di Marc Chagall, figure colorate a tinte forti, volteggiano su sottofondi in cui luce e buio si miscelano incessantemente. Stavolta la penna di Salvatore Scalisi si fa pennello e, come il grande Chagall, crea figure misteriose ed evanescenti, sospese in un vuoto variamente colorato e variamente illuminato.

Prof. Maria Carmela Benfatto.


RECENSIONE

Fabrizio è un rappresentante per conto proprio di articoli per la casa; intrattiene una particolare amicizia con Bruna; di tanto in tanto vede il suo amico Biagio; ha anche un amico a quattro zampe, Dablo. Conduce quella che potrebbe sembrare un’esistenza normale. Ma, come una perenne nuvola grigia che rovina le giornate, Fabrizio porta con sé una perenne depressione, il suo mal di vivere. E come unico scopo, ormai da anni, ha quello di farla finita con la vita. Sì, vuole suicidarsi. Ed è stato lì lì per farlo un sacco di volte, ma poi non ne ha mai trovato la forza. Ha paura di fallire anche in questo e di finire poi la sua vita in un letto d’ospedale tra mille sofferenze.

Non ne conosce nemmeno le ragioni che gli alimentano tali pensieri, fondamentalmente. Potrebbe essere a causa della morte dei suoi genitori, o forse è qualcosa che si trascina sin dall’infanzia. E pare non ci sia niente che possa spingerlo a rivedere questo suo obbiettivo. Nemmeno la bella Antonella, che ha da poco conosciuto e con cui inizia una conoscenza che, se fatta evolvere, potrebbe portare a qualcosa di importante.

Così in una bella mattina soleggiata, si mette in macchina e si dirige alla scogliera e, semplicemente, si lascia cadere in acqua. Ed eccolo lì, il momento tanto atteso da una vita: finalmente Fabrizio ha incontrato la morte e allora si rende conto che in realtà vuole vivere. Vuole che muoia solo quella parte di lui che finora lo ha tenuto sotto questo giogo, che gli ha fatto credere che la vita non vale la pena di essere vissuta. Così, dall’acqua riemerge la versione migliore di Fabrizio, quella grata alla vita. Quella che si direbbe essere “lo spirito” di Fabrizio.

Questo libricino, composte da poche pagine che scorrono velocemente, cela in sé un grande dramma, spiegato quasi con una leggera e sottile ironia. Saranno diversi i momenti in cui il personaggio di Fabrizio ci farà emergere un sorriso, nonostante la serietà e la gravità dell’argomento affrontato. La depressione, il cosiddetto male del secolo, dopo anni di studi resta ancora qualcosa di indefinito. Un fumo denso che offusca la vista e fa procedere in senso contrario alla vita. E così, con delicatezza, l’autore cercherà di trasmettere un messaggio di attaccamento alla vita e alla sua bellezza implacabile.
[©Martina Caruso]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora