“Blake Deshawn. Il cerchio perfetto” – Katherine L. Frye

0
509
5/5 (2)

FRASI

“Abbiamo condiviso l’immenso eppure l’immenso sembra essere appena diventato poco più che niente.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

“Il sole tramonterà comunque, qualunque cosa io faccia oggi. Verrà ugualmente la sera e poi di nuovo l’alba e il giorno. Quindi, o vado o resto. Non cambierà niente. Il mondo continuerà a essere in ogni caso.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

Scopri più di questo libro

 

“Non avevo mai trovato un posto in questo mondo perché ero fuori dal cerchio, non ne facevo parte, non volevo essere un numero né confondermi fra la folla. Non volevo essere, ma volevo restare in ogni caso. Nella sua pelle per ore, nella sua testa per sempre, forse.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

“Bisogna scavalcare i limiti per essere se stessi appieno.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

“Osservo la ragnatela nell’angolo del muro ammuffito, e potremmo essere noi due questi. Ragno e ragnatela. Un animale a tratti ripugnante ma in grado di produrre e tessere con grande maestria i fili di seta fino a farli intersecare perfettamente fra loro, dando vita a un capolavoro. Potremmo essere esattamente questo io e lei, un’opera di grande eccellenza. Un groviglio. Una”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

“Perché è vero che sono forte e mordo la vita, sbrano i giorni, gli anni e le ore, ma qualche volta ho bisogno anch’io di farmi trasportare, qualche volta le ginocchia cedono e mi sento solo.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

“Cerco di non dare a vedere quanto in realtà ne abbia bisogno, la butto sul ridere ma non c’è più un cazzo da ridere. Perché vorrei fingere che quelle labbra tanto desiderate che si avvicinano lente alle mie non siano poi così importanti, vorrei poter asserire che appena entrano a contatto con le mie, nel mio corpo non avvenga il maremoto, vorrei poter giurare che il suo sapore sia del tutto uguale a milioni di altri sapori, che non amo, di cui me ne frego. E invece tremo e ho freddo, ho paura, ho fame. Amo Adrianne e non posso farci nulla, non ho più neanche la voglia di combattere contro di lei o me. Mi arrendo al sentimento. E sono re e tu regina. Sbatto il naso sul suo ma non mi importa, perché piego la testa e mi adatto alle sue labbra e cerco di baciarle persino l’anima e anche in questa maniera non è abbastanza e non mi sazio e non mi soddisfo.”

[Katherine L. Frye, Blake Deshawn: Il cerchio perfetto]

 

Vota ora