“Io ti voglio felice” – Claudia Venuti

0
1121
5/5 (5)

AUTORE: Claudia Venuti
TITOLO: Io ti voglio felice
EDITORE: New-Book
GENERE: Narrativa

TRAMA

Mia ha imparato a cogliere il lato positivo di ogni cosa e fa i conti con un elenco di delusioni più o meno costruttive in lotta con un elenco di infiniti motivi per essere felice. Insegue il sogno di diventare la scrittrice preferita di qualcuno e dimostra di avere il coraggio di non abbandonare quel sogno, solo perché sarebbe più semplice rinchiuderlo nello stesso cassetto dal quale tenta di tirarlo fuori. Ma le cose semplici non l’hanno mai fatta impazzire. A lei piace l’idea di sfidarsi e sfidare tutto ciò che apparentemente le rema contro. Ha archiviato tutti gli incontri sbagliati, ma non ha archiviato se stessa. I colpi di scena esistono? Forse sì. Il bello si riduce a saperli aspettare. Le coincidenze da prendere, che siano quelle tra mezzi di trasporto o tra persone, non arrivano quasi mai in anticipo. O sono puntuali, o arrivano in ritardo. Alcune possiamo perderle e altre attenderle un po’, ma qualcosa arriva sempre. Ecco cosa si ripete Mia nei momenti di sconforto: “È così che deve andare, arriverà di meglio.”

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te


RECENSIONI

“Passi”, “Dove ti trovo?” e “Io ti voglio felice” fanno parte di una trilogia autobiografica.
Sono libri che possono essere letti in serie o singolarmente.

Mia è la protagonista, affronta una serie di esperienze in cui è facile ritrovarsi e il suo cammino è il cammino di tanti… o perlomeno che tanti dovrebbero fare. È un percorso fatto di crescita e miglioramenti.
Camminare spesso sembra facile, in realtà non lo è perché implica un cambiamento e i cambiamenti non sempre li accettiamo volentieri, soprattutto quando son dovuti a ciò che ci capita intorno e a quello che le esperienze ci lasciano, soprattutto se sono negative.

A Mia non appartiene la superficialità, da un peso a tutto (come lei stessa afferma), quel peso è grande quanto l’importanza che pone alle piccole e alle grandi cose.
Su di sè porta strati di apatia dovuti ai troppi “se” e “ma” di chi ha percorso il suo stesso sentiero, di chi è entrato nella sua anima con i piedi sporchi ribaltando tutto e andando via con la stessa noncuranza con cui probabilmente vi è entrato.

I personaggi di cui parla Claudia Venuti sono tangibili perché reali, capaci semplicemente di esserci e Claudia li ringrazia inserendoli in ogni suo libro.

L’autrice ha cura di ogni particolare, anche dei titoli dei capitoli, il mio preferito è
“Non mi spaventa la solitudine, mi spaventa di più un finto insieme.”

Un romanzo autobiografico che terminandolo lascia un sorriso, un’esplosione di energia positiva e tanto, tanto altro.

Lo consiglio sicuramente.

[©Anysbook]

Leggi anche Emozionarsi con un libro. Si può 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here