“Il gioco della devozione” – S. R. Masters

0
259
5/5 (2)

Libro in uscita il 16 luglio

AUTORE: S. R. Masters
TITOLO: Il gioco della devozione
TRADUTTORE: Doriana Comerlati
GENERE: Thriller
EDITORE: Garzanti

TRAMA
L’unico rumore è lo scoppiettare del fuoco e il respiro del mare. Adeline, Rupesh, Steve, Jen e Will sono intorno al falò intenti a fare un gioco. Un gioco, chiamato «La devozione», in cui si giurano amicizia eterna, come solo a quindici anni è possibile. Fino a quando Will non mette tutti alla prova chiedendo se resterebbero suoi amici anche se diventasse un serial killer, descrivendo il modus operandi in cui ucciderebbe le sue vittime. Un silenzio pieno di parole gela l’aria. Ma poi una risata smorza l’atmosfera. Si tratta solo del solito burlone.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Eppure, quindici anni dopo, due persone vengono uccise proprio nel modo in cui lo aveva immaginato Will. E quest’ultimo sembra essere scomparso nel nulla. Solo Adeline, Rupesh, Jen e Steve sanno quello che è successo quella sera d’estate, quali scenari sono stati predetti. Solo loro possono unire gli indizi e avanzare un’accusa.

Un’accusa contro un loro amico. Fino a che limite si può essere fedeli ad un legame? Fino a che punto un gioco innocente rimane tale? Fino a dove può spingersi la fantasia senza intaccare la realtà? La soluzione è nelle loro mani. Ma devono fare in fretta perché un nuovo gioco è cominciato. Un gioco molto più pericoloso in cui non ci sono regole.


RECENSIONI

“Ricordate quando Will disse che da grande avrebbe fatto il serial killer?”
è il dicembre 2015, mancano pochi giorni a Natale e Adeline, Jen, Steve e Rupesh si ritrovano a Blythe per una rimpatriata, dopo essersi persi di vista per oltre quindici anni. Manca solo Will, eppure aveva confermato l’invito di Jen. Intorno a quel tavolo di trentenni ormai i ricordi si rincorrono fino a quando si arrestano di colpo di fronte a quel ricordo: quella notte davanti al falò dove ognuno parlava dei futuri progetti e Will se ne era uscito con quella frase macabra, sinistra, un po’ come lui. Parlava di tre omicidi, che sarebbero dovuti sembrare dei suicidi. Ma lui si sarebbe “firmato” in qualche modo, così che loro, la sua banda, avrebbero capito che l’assassino era lui. Una breve ricerca su internet e la storia inizia a diventare più veritiera, e contemporaneamente più spaventosa. Gli omicidi però sono solo due finora: la terza vittima non c’è ancora stata. La terza vittima può essere ancora salvata. E solo da loro che conoscono Will e i suoi progetti infernali. Bisogna raccogliere indizi e arrivare al passo successivo, fino a quando gli eventi iniziano ad incastrarsi come un grande puzzle della morte. Proprio come il gioco che fecero l’estate dei loro sedici anni: il gioco della devozione. Indizi disseminati nei luoghi più disparati, chi riesce ad arrivare fino in fondo dimostra la sua devozione per la banda.

Ora, come allora, ecco spuntare paure nascoste, gelosie, tradimenti, omissioni. L’uno sa chi è l’altro, o forse no. Ciò che era ovvio, non lo è più. Ecco risorgere passati tormentati, infanzie vissute con troppe ombre nascoste dentro. E tutti loro hanno cercato di scappare da ciò che fu e invece ora eccoli lì: un’ultima devozione, tutti insieme. Eppure la banda ora non c’è più, ognuno ora gioca per sé. Col solo intento di salvarsi la pelle.
Una storia geniale. Intrigante, affascinante. Un giallo da togliere il fiato, in cui quando tutto sembra finalmente essere stato risolto ecco che il tutto si capovolge. La vittima diventa carnefice, e viceversa. E il sospetto ricade su ogni membro della banda, i protagonisti iniziano quasi a dubitare di loro stessi e il lettore insieme a loro. Raccontato dal punto di vista di Adeline, il lettore si ritroverà completamente risucchiato da questa storia, avviluppato in queste esistenze con diversi scheletri nell’armadio, tanto che più volte verrà d’istinto girarsi a guardarsi le spalle.

[©Martina Caruso]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora