“Mare calmo, isolati misteri” – Simona Soldano

0
2885
5/5 (3)

AUTORE: Simona Soldano
TITOLO: Mare calmo, isolati misteri
GENERE: Giallo
EDITORE: Garzanti

TRAMA

Martina ce l’ha messa tutta per avere una vita come gli altri. È andata a feste, aperitivi, pranzi di famiglia; ha persino avuto qualche fidanzato. Salvo realizzare, anni dopo, che non ama la compagnia delle persone. A dire il vero, proprio non la sopporta; in altre parole, si è scoperta un’incorreggibile misantropa. La soluzione è andare via, lontano, trasferirsi in un luogo impossibile da raggiungere per chiunque: un faro sperduto nel Mediterraneo. Su quell’isola potrà starsene per i fatti suoi, con la sola compagnia del vento, del mare e del cielo infinito. Ma si sa, nulla va mai come ci si immagina. Il mare non è mai davvero calmo e gli imprevisti sono sempre all’orizzonte.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Per Martina, l’inconveniente è rappresentato da un invito a cena da parte dell’uomo che abita l’isola prospiciente la sua. Non può certo rifiutare ed è anzi sorpresa di come il suo ospite parli di rado e faccia poche domande. L’alone di mistero che lo avvolge svanisce appena Martina è di nuovo al sicuro sul suo scoglio remoto, finché, qualche giorno dopo, le arriva la notizia che l’uomo è morto. Si è impiccato. Per tutti si tratta di suicidio.

Ma c’è una vocina che non smette di farsi sentire nella testa di Martina: e se si fosse trattato di un omicidio? Che le poche frasi pronunciate durante la cena fossero un indizio per lei? Una richiesta di aiuto? Martina non può resistere alla tentazione di indagare. Così, si trasforma in una detective per caso, o forse per sbaglio. Perché solo lei può capire che cosa è successo davvero. Proprio lei a cui non interessa degli altri. E chissà se poi è proprio così… Simona Soldano è un’esordiente di talento che, con penna sottile e arguta, tratteggia una protagonista unica che dice sempre quello che pensa.


RECENSIONI

Capita a tutti, prima o poi, di desiderare di abbandonare tutto e cambiare vita. Di voler fuggire lontano dalla routine, dal caos, da tutto ciò che ci va stretto.
È esattamente quello che fa la Guardiana del Faro di Simona Soldano, con un esito tutt’altro che scontato.
Dopo anni trascorsi di malavoglia nella movida romana, la protagonista di questo libro trova finalmente il coraggio per abbandonare la meravigliosa quanto chiassosa città eterna per vivere in completa solitudine in un faro, meta agognata da tutti i misantropi.
Decisa a godersi in pace il silenzio e la vista del mare, lontana abbastanza dagli obblighi dei rapporti umani, la Guardiana del Faro è certa di aver raggiunto la quiete interiore.
Peccato, però, che non tutto vada come aveva immaginato. Ben presto, infatti, questa donna intraprendente si trova a dover fare i conti con dei vicini misteriosi e una serie di morti apparentemente inspiegabili.

Con l’aiuto dei follower del suo blog – proprio lei, che era scappata da Roma in cerca della solitudine – la Guardiana del Faro cerca di fare luce su un naufragio avvenuto proprio in quei luoghi trent’anni prima e sulla serie di tragedie che sembra esserne derivata.
Il mistero avrà una soluzione imprevedibile, portando la nostra protagonista a ricalcolare nuovamente il percorso delle sua esistenza sotto più punti di vista.

Mare calmo, isolati misteri è un romanzo che sviluppa tre temi distinti.
Il primo, forse quello più superficiale, è quello del giallo. La catena di misteri irrisolti con cui ha a che fare la Guardiana del Faro affascina il lettore e lo tiene incollato fino alla fine del libro, nella speranza di riuscire a risolvere il dilemma insieme alla protagonista.

Il secondo tema trattato dalla Soldano è, poi, quello della fuga dal mondo, dalla quotidianità, la ricerca di un’esistenza quanto più possibile somigliante all’idea che ognuno si è fatto della propria vita perfetta. Uno spunto utile per interrogarsi sul coraggio di cambiare e sull’opportunità di farlo.

Il terzo tema, infine, è quello dei rapporti umani.
È questo il vero cuore pulsante del romanzo.
Dopo una vita passata a schivare la gente e ad anelare la solitudine, la nostra Guardiana del Faro sembra riscoprire l’importanza del contatto umano. Proprio quando poteva finalmente inspirarla affinché le riempisse l’anima e i polmoni, quella solitudine. Proprio quando poteva goderne appieno, senza limiti e senza giustificazioni.
Proprio in quel momento, con lo sguardo rivolto verso il mare che la circonda, dalla sua isola la Guardiana del Faro scopre che, in realtà, nessun uomo è un’isola.
In questo romanzo d’esordio, Simona Soldano regala ai suoi lettori non solo un mistero da risolvere, ma anche la soluzione per quel grande mistero che è la vita.

[©Antonella Venturi]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora