“L’invenzione di noi due” – Matteo Bussola

0
106
Nessun Voto

FRASI

“Innamorarsi in fondo è un’ intuizione, é come fare un progetto. Butti prima giù lo schizzo, l’idea incandescente, sulla carta. Ed è la parte più facile. Amare è invece caricarsi i sacchi di cemento sulla schiena e dar forma a quell’idea. Renderla reale. Ci vuole tempo, fatica, dedizione, e sperare di stare costruendo in zona poco sismica. Il fatto è che quando un amore hai finito di costruirlo devi decidere se abitarlo, e quella è un’altra faccenda.”

[Matteo Bussola – L’invenzione di noi due – Einaudi]

 

“Rileggendo questa mail mi sono accorto che ci sono ben sei “Forse”.
Adesso, sette.
Credo sia perché l’amore lavora sempre, sempre sulla trasformazione e sulla possibilità.
E perché i futuri migliori prendono spesso la rincorsa dai presenti senza speranza.”

[Matteo Bussola – L’invenzione di noi due – Einaudi]

Scopri più di questo libro

“L’atto più rivoluzionario e autentico mi sembrava proprio quello di amarci per una serie interminabile di giorni tutti uguali, senza la speranza che ci fosse nulla più di ciò che c’era, con la convinzione che il nostro amore sarebbe dipeso per intero solo da noi due.
Ma quel che c’era non fa abbastanza.”

[Matteo Bussola – L’invenzione di noi due – Einaudi]

 

“È triste, tragico persino, ma torniamo ad occuparci delle cose quasi sempre quando sono finite. Forse alla fine è l’unica condizione in grado di smuoverci davvero. Forse è solo che, per risvegliare il nostro desiderio di agire, abbiamo bisogno di una distanza, la sensazione di dover recuperare una opportunità che ci appare lontanissima, perduta. Irrimediabile.”

[Matteo Bussola – L’invenzione di noi due – Einaudi]

 

Vota ora