“Di draghi, di streghe, di pianeti lontani” – Luigi Gianpetraglia, Federica Gianpetraglia

0
209
4/5 (2)

AUTORE: Luigi Gianpetraglia, Federica Gianpetraglia
TITOLO: Di draghi, di streghe, di pianeti lontani
GENERE: Racconti – dai 10 anni
EDITORE: Terebinto

TRAMA

Quattro racconti. Quattro storie fantastiche e fantascientifiche scritte a quattro mani da padre e figlia. Un’antologia coraggiosa che raccoglie il meglio della produzione dei due autori, impegnati da anni nella battaglia per il diritto dei ragazzi con DSA a una lettura semplificata, qui facilitata dal ricorso all’Open Dyslexic, una famiglia di caratteri tipografici progettata per mitigare alcuni degli errori di lettura causati dalla dislessia, senza che questo incida sulla normale leggibilità. In modo da rendere possibile per tutti un viaggio nel meraviglioso, tra Draghi, Streghe e Pianeti Lontani… Luigi e Federica Giampetraglia sono un amorevole papà e la sua fantasiosa signorina di undici anni che condividono l’hobby della scrittura. Il risultato è un mix di sogni d’infanzia e ammiccamenti educativi. Età di lettura: da 10 anni.


RECENSIONI

Un libro a quattro mani e un progetto speciale: quello di facilitare la lettura anche ai ragazzi con DSA.
Luigi e Federica, sono un padre e una figlia che, portano il lettore in un mondo di fantasia attraverso quattro racconti, in cui la fantasia si intreccia con la realtà.

Una dimostrazione che tutto, può essere possibile. Una sfida fatta di sogni, di una educazione alla scrittura e alla lettura e soprattutto, di una meravigliosa complicità che traspare già dalle prime pagine del libro.

[©Anna Ciccone]


RECENSIONI

“Di draghi di streghe di pianeti lontani” è il titolo del libro scritto a quattro mani da Luigi Giampetraglia e sua figlia Federica. Di Federica è la mente che ha immaginato i luoghi fantastici, i personaggi bizzarri descritti nei racconti raccolti. Ci sono potenti stregoni, streghe cattive, piccoli animali provenienti da altri pianeti. Un’immaginazione fervida, ricca, senza confini quella di Federica che incontra le capacità scritturali di suo padre e da questo connubio nasce questo che definire solo “un libro” sarebbe riduttivo.

Sì, perché tutto questo ha un significato più profondo, adempie ad un disegno più grande: Federica è dislessica, la sua straordinaria capacità di immaginare storie ed esseri viventi, la sua acuta intelligenza, la sua voglia di conoscere derivano proprio da questo suo particolare modo di essere. Particolare, non diverso. E questo suo padre lo ha capito bene, e con l’amore che solo un genitore è in grado di donare ha offerto a Federica i mezzi per far conoscere a quel magnifico mondo colorato che ha dentro.

Una straordinaria peculiarità che, se non fosse stata capita, si sarebbe potuta trasformare in un elemento a suo sfavore. A prescindere dalle bellissime storie raccontate, storie pluripremiate in diversi concorsi, il messaggio che questo libro vuole lanciare è ben più importante. Albert Einstein, anche lui dislessico, disse che se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la vita a credersi uno stupido. È questo il rischio che si correrebbe se la dislessia non venisse accuratamente compresa e accolta.

Si rischierebbe non solo di perdere il genio che si cela in ognuno, ma addirittura si rischierebbe di gravare sull’autostima di bambini che inevitabilmente trovano delle piccole difficoltà rispetto ai loro coetanei e che, dunque, svilupperebbero un’idea di sé negativa, limitante. Il libro, pensato appunto per loro, dà la possibilità di studiare e lavorare sui racconti scritti con una scheda di comprensione del testo riportata alla fine di ogni storia.

Ciò che sicuramente Luigi e Federica Giampetraglia, ma più in generale ognuno di noi, si augurano è che questo libro, col grande messaggio di speranza che porta, arrivi ad ogni bambino dislessico, ma soprattutto che per ogni Federica ci sia un amorevole Luigi pronto a darle voce.

[©Martina Caruso]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora