“La felicità si racconta sempre male” – Gaudenzio Schillaci

0
221
4.67/5 (3)

AUTORE: Gaudenzio Schillaci
TITOLO: La felicità si racconta sempre male
EDITORE: Dialoghi
GENERE: Narrativa gialla

TRAMA

Catania, giugno 2017: il cadavere di un uomo, Gerri Santiloro, viene ritrovato in un vicolo del centro crivellato da tredici proiettili. A occuparsi dell’evidente omicidio arrivano, sul luogo del delitto, l’ispettore Bonanno e il commissario Davide Bovio, che trovano subito una stranezza: sul corpo della vittima c’è una lettera d’addio. Le prime impressioni, basate su quelle poche righe, li conducono all’Hotel Ungheria, dove l’uomo risiedeva, e a fare la conoscenza di Cristina Selleri, cameriera del Palomar, locale dove Santiloro trascorreva le sue giornate in solitaria. Del passato di Gerry non si sa nulla: i due poliziotti concentrano le loro indagini sul tentativo di ricostruire, attraverso le parole della Selleri, innamorata di Santiloro, gli ultimi giorni di vita di quest’uomo che nascondeva, tra ombre e misteri, un desiderio di vendetta a lungo covato. A ingarbugliare le indagini contribuisce la confusione del commissario, uomo dai sentimenti avvizziti ma affascinato dalla giovane testimone.


RECENSIONI

Nel libro di Schillaci c’è una città affascinante e misteriosa, Catania con i suoi vicoli e i suoi abitanti.
Il protagonista è un uomo disilluso, pensa che con l’amore abbia chiuso per sempre ma un incontro, con la bellissima e giovane barista Cristina potrà farlo ricredere, perché forse la felicità come dice il titolo del libro non sempre si racconta male; alle volte, quando meno te lo aspetti è lì, pronta a farti vivere un amore unico e travolgente…
C’è un passato che pesa, ed in questo libro il protagonista purtroppo fa fatica a liberarsene.
C’è anche un’altra storia che non riesce a decollare perché la paura di soffrire è più grande dell’attrazione fisica e mentale.
C’è un omicidio, che un commissario “arrugginito” dalla vita deve cercare di risolvere e scavando nel passato della vittima farà inesorabilmente i conti con il suo vissuto.

È una bella storia quella di Gaudenzio Schillaci, ricca di descrizioni e di emozioni malinconiche.
I dialoghi alle volte risultano poco leggeri, ma l‘autore e il libro sono decisamente promossi…

[©Miriam Mucci per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora