“Così fragile che ti si vede il cuore” – Gian Marco Manzo

0
393
5/5 (1)

FRASI

“Sei fragile
che fragile
non significa insicura
fragile vuol dire
sensibile
che accusi tutto
con estrema potenza
gli urti le parole i colpi
i gesti di chi
non sa cosa significa
toccare con mani leggere.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“Io voglio una persona
che mi regali ogni giorno
una luce nuova negli occhi
che a guardarla mi appaia
più bella interessante tenera
della sera prima
nonostante le rughe
che le solcheranno il volto
[…]
qualcuno che non perda mai
quella voglia di abbracciare
ogni notte prima di addormentarsi
e che la domenica mattina
mi svegli con l’aroma del caffè
ed un bacio al sapore del miele
nonostante le nostre ossa
che inizieranno a tremare
[…]
e non ditemi mai che è impossibile
ditevi che vi siete arresi.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

Leggi la nostra recensione

 

“Ma se
dal dolore
vi siete lasciati
soltanto
incattivire
allora
lo avete
solamente
sprecato.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“- …sai i ricordi normali salgono al cervello
quelli colmi d’emozione scendono nel cuore.
– e quelli nostalgici?
– sempre nel cuore
però lo fermano”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“C’è che a volte
crollo
prendo tutto
prendo sempre
tutto
le giornate nere
che mi tolgono le forze
le delusioni
che mi smorzano il sorriso
la vita
che sembra andare
più veloce di me
i dolori degli altri
che mi pesano sulle spalle
i sogni andati in fumo
che mi rompono il respiro
assorbo assorbo
assorbo tutto
e poi all’improvviso
inizio a piovere
da solo
così
senza nemmeno
un tuono
senz’alcun suono
c’è che a volte
crollo
e non succede spesso
ma quando accade
dentro
faccio un rumore
pazzesco.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“- …come si prendono le persone sensibili?
– non si prendono.
si amano”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“Finirà
prima o poi
questo vizio
di cadere in frantumi
e raccogliere
ogni volta
i pezzi
per tornare
intero
che poi
intero
non ritorni
mai.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

“Non ti fidare
delle cose viste
da lontano
se non hai
indossato
gli occhiali
dell’emozioni
tarate di ragioni
le lenti
di un cuore
che ha rallentato
ma sa battere
ancora veloce
non ti fidare
delle cose
se non l’hai
vissute
se non c’hai
camminato sopra
con scarpe pulite
e non sei scivolato
se non hai toccato
a fondo
se non ci sei
entrato dentro
e sei riuscito
a dare ossigeno
e riprendere
fiato
non ti fidare
delle cose
se non l’hai
ascoltate
con le orecchie
con la mente
con l’anima
se non hai passato
le ferite
della tua mano
sulle spine
della vita
se non le hai
sentite
sulla pelle
tra le costole
nelle sfumature
di un dolore
che hai curato
non ti fidare
delle cose
viste da lontano
gli occhi
hanno il difetto
di proiettare
nel vuoto
ogni più intimo
desiderio
non sai
quante stelle
ho guardato
brillare
nel cielo
e poi
era soltanto
un aereo.”

[Gian Marco Manzo, Così fragile che ti si vede il cuore]

 

Vota ora