“Sale e Sangria” – Pietro De Viola

0
408
5/5 (2)

FRASI

“Ci sono cose che puoi raccontare, e la maggior parte di tutto ciò che ti capita fa parte di questa categoria. Poi ce ne sono altre – e se sei fortunato ti capitano anche queste – che raccontare non puoi, non sai, non vuoi.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“Io intanto salgo, ma non voglio sapere nulla della destinazione. […] Voglio prendere tutto, voglio essere preso da tutto.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

Leggi la nostra recensione

“Senza amore non siamo nulla.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“A che serve parlare, se non a dire la verità?”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“E poi che ne era stato dell’amore? Come automi andavamo, tenendoci per mano. Poi le mani si staccarono. Ma noi, da automi, continuammo ad andare. Che peccato che le nostre direzioni fossero opposte, che pena, che struggimento. Due spiriti ignoranti, incapaci di comprendere tutta quella felicità che avevano sfiorato.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“Quando lascerai che sia il calendario a regolare la tua vita, allora sarai morto. Se aspetti la domenica per sentire la festa nel tuo animo, se rimani in attesa del sabato per sentirti un po’ più folle e virilmente capace, se rimandi a lunedì l’inizio di una nuova vita o l’elaborazione di nuove e inaudite strategie… allora sei morto.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“Tu vivrai, e potrai dirti vivo con orgoglio, quando ascolterai la tua inclinazione, slegata da condizionamenti esterni. Usa, foraggia e arrenditi alla tua immaginazione, perché è uno strumento che può portarti a spasso per il mondo. E allora butta via il tuo orologio, strappa i calendari: sono oggetti inventati apposta per tenerla a bada, la tua immaginazione. La morta è mancanza di immaginazione, e questa è per chi non attende. Io non voglio aspettare.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

“Senza le tue parole qui c’è solo il silenzio, in tutto e per tutto simile alla morte.”

[Pietro De Viola, Sale e Sangria]

 

Vota ora