“I signori della truffa” – Domenico Vecchioni

0
347
4.5/5 (2)

AUTORE: Domenico Vecchioni
TITOLO: I signori della truffa
EDITORE: Diarkos
GENERE: Antologie

TRAMA

Se per Oscar Wilde «la vita imita l’arte più di quanto l’arte imiti la vita», potremmo dire, parafrasandolo, che nel mondo dell’inganno e dei raggiri è la realtà ad imitare la fantasia più di quanto la fantasia imiti la realtà… In questo volume sono rievocate le truffe e le imposture più sorprendenti, bizzarre, a volte appena credibili e, in alcuni casi, anche divertenti, che hanno segnato la propria epoca. Dall’uomo che vendette la Tour Eiffel al clown che divenne re per qualche giorno; dall’autore delle false memorie di Howard Hughes a Han van Meegeren, il più grande falsario di quadri di tutti tempi; da Frank Abagnale, il truffatore che finirà per combattere le truffe, a Bernie Madoff, il mago di Wall Street. Storie raccontate con il rigore dell’investigazione e capaci di accattivare come un reportage, per coinvolgere al massimo il lettore in quella sottile arte che è la truffa.


RECENSIONI

“Sono tanto semplici gli uomini, e tanto ubbidiscono alle necessità presenti, che colui che inganna troverà sempre chi si lascerà ingannare”.
Questa celebre frase di Niccolò Machiavelli è l’assioma di partenza, il principio cardine per il libro che presenteremo qui.

Ebbene sì, perché nel libro “I signori della truffa”, Domenico Vecchioni fornisce un dettagliato resoconto delle truffe che hanno ingannato uomini illustri e studiosi, personaggi dalla spiccata intelligenza. Truffe talmente ben fatte eppure ridicole, al punto che le vittime molte volte non ricorrevano alla denuncia proprio per non essere scherniti e passare per sciocchi.

In successioni vengono raccontate storie che sembrano essere tratti da pellicole di film disparati, mentre per la maggior parte della volte è il contrario: sono le pellicole a prendere spunto da eventi tanto estrosi e divertenti.
Partendo dal clown che divenne re, fino ad arrivare a grandi falsari di quadri, lo schema sembra ripetersi: uomini che la natura ha dotato di fascino, carisma e qualche talento in particolare che però ritengono opportuno far fruttare questi doni a discapito di altri uomini.

Con dovizia di particolari, l’autore ci renderà spettatori di raggiri che hanno del surreale… l’uomo che riuscì a vendere la Tour Eiffel, il “ritrovatore” di corrispondenze che hanno quasi del mitologico e che riuscì a venderle ad un collezionista troppo ingenuo, il fortunato uomo che entrò in possesso dei diari di Hitler.
In tutte le storie raccontate il file rouge, il comune denominatore è senz’altro l’abilità di certi uomini e l’eccessiva credulità di altri, molte volte accecati dall’abbagliante luce della scoperta, che però ci rimetteranno soldi e carriere.

Interessante e coinvolgente, sarà un piacere leggere questi diversi racconti sui raggiri che hanno segnato un’epoca. Faranno certamente sorridere e ci porteranno a riflettere su quanto, molte volte, quella che sembra la realtà più lampante è solo il frutto di strategie ben costruite.

[©Martina Caruso per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora