“La rinnegata” – Valeria Usala

0
439
4.5/5 (4)

Libro in uscita 26 aprile 2021

AUTORE: Valeria Usala
TITOLO: La rinnegata
EDITORE: Garzanti
GENERE: Narrativa

TRAMA
Senza un uomo accanto, una donna non è nulla. Teresa ha sempre sentito l’eco di questa frase, come il vento durante la tempesta, ma non ci ha mai creduto. Lei che è quiete e fuoco, rabbia e tenerezza, lotta contro il pregiudizio da quando è nata. Rimasta orfana, non ha avuto nessuno a proteggerla dalla propria intelligenza, oltre che dalla propria bellezza. Un intero paese la rinnega, impaurito di fronte alla sua indipendenza, alle sue parole e alle sue azioni. Perché in fondo sono solo queste a renderla diversa dalle altre donne. Neanche aver creato una famiglia con l’uomo che ama ha messo a tacere le malelingue e i pettegolezzi. Nessuno crede che la sua fortuna, derivante da un emporio e una taverna che ha costruito e gestisce con le sue forze, sia frutto di fatica e tenacia. Ma le voci sono sempre rimaste solo voci, anche quando a rispondere a tono è Maria, la bruja del villaggio, che vaga per le strade senza una meta precisa. Quando tutto cambia, Teresa deve difendere ciò che ha conquistato e dimostrare che può farcela da sola. Che non rinunciare a sé stessa significa essere libera. Vuole dare a quel vento, pieno di parole feroci, un afflato nuovo; ma il pregiudizio è forte e saldo, come una radice ancorata alla terra.

Leggi le frasi che abbiamo scelto per te

Non capitava da anni che un esordio venisse accolto con tanto entusiasmo dalle libraie e dai librai che l’hanno letto in anteprima. Valeria Usala ha scelto di dare voce a una donna dimenticata, una donna che ha deciso di resistere contro tutto e tutti. Una giovane autrice rompe il silenzio che avvolge una storia che ha molto da raccontare. Una storia in cui la Sardegna è protagonista attraverso la sua natura, le sue leggende e le sue contraddizioni. Una storia di coraggio e rinuncia. Una storia di amore e potere. Una storia di rinascita e di speranza.


RECENSIONI

La rinnegata è un libro ambientato a Lolai, un paesino sardo, abitato da persone che sanno tutto di tutti. La protagonista è Teresa, un personaggio in cui si fondono forza, coraggio e determinazione.
Sposata con Bruno e mamma di tre figli, da sempre si ritrova a lottare contro la mentalità chiusa di un piccolo paese, una mentalità fatta di pregiudizi. Tutto il paese la giudica, un giudizio che colpisce il suo essere tenace, bella e lavoratrice instancabile. Teresa sopporta e va avanti, sa che può contare solo su pochi amici come Tore un amico d’infanzia, Gavina e Maria, la bruja del paese. Scorrendo le pagine scopriamo l’infanzia di Teresa, di come ha conosciuto suo marito e di come ogni giorno della sua vita ha lottato utilizzando tutta la sua forza e la sua fierezza. Teresa è una donna che deve difendersi da altre donne che la osservano, bisbigliano inventando storie su di lei, ma non solo, la bellezza di Teresa diventa oggetto delle attenzioni e degli sguardi non richiesti degli uomini.

La rinnegata è un romanzo che mette in luce come le persone che ci stanno accanto e che mostrano una sorta di “perfezione” siano invece ipocrite, giudicanti e invidiose. Valeria Usala ci porta attraverso il suo romanzo, nella sua terra, il suo modo di scrivere è fluido e leggero nonostante la storia raccontata sia forte e cruda. La rinnegata è una storia attuale in cui emerge come le donne spesso siano invidiose di chi sa portare la propria bellezza, di chi è capace di essere libera, di chi nonostante tutto resta coraggiosa e non diventa come gli altri la vorrebbero.
Il romanzo racconta una storia attuale ed è per questo che tra le righe possiamo ritrovare un po’ di noi, Teresa rappresenta tutte quelle donne non omologate alle richieste della società e per questo sbagliate.

“Era arrivato senza che lei l’avesse atteso, il momento propizio: poteva custodire il frutto vero di quella terra, di una vita che le stava stretta, solo spazzando via il superfluo. In quell’istante, la donna capì che crescere non significava smettere i panni di se stessa per diventare un’altra, ma ritrovare la bambina che era stata e tenderle la mano, senza vergogna”

“Siamo l’inerzia di un fiore reciso; il vigore nelle sue radici, trapiantate in terre straniere. Siamo l’impeto di un fuoco ardente; la quiete nelle sue ceneri, raccolte in cumuli sparsi”

[©Gaia Micheletti per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora