“Ogni momento è prezioso” – Raphaëlle Giordano

0
762
3.5/5 (2)

Libro in uscita il 15 giugno 2021

AUTORE: Raphaëlle Giordano
TITOLO: Ogni momento è prezioso
TRADUTTORE: Sara Arena
EDITORE: Garzanti
GENERE: Narrativa

TRAMA
A volte bisogna accettare di perdersi per ritrovarsi. Lo sa bene Giulia che sul lavoro non riesce più a dare il meglio e a casa deve fare i conti con un figlio adolescente, indisciplinato e arrabbiato con il mondo. Finché, dopo l’ennesima mattinata storta, si ritrova a entrare in una singolare bottega. Un negozio pieno zeppo di oggetti strambi: orologi con dodici clessidre che segnano l’ora esatta, ma anche il tempo che fugge; fiori capaci di leggere e verbalizzare le emozioni; diffusori di profumi dei momenti speciali. Oggetti che sembrano inutili, anche se Basile, il proprietario, le promette di insegnarle a usarli per ritrovare la felicità e il benessere perduti. Giulia stenta a crederci. Poi, ripensandoci, decide di stare al gioco. In fondo, ha tutto da guadagnarci. Così, torna da Basile e si lascia guidare alla scoperta di nuovi orizzonti seguendo pochi e semplici consigli: non imbrigliare l’immaginazione ma lasciarla libera di esprimersi, non prendersi troppo sul serio, imparare ad accogliere ciò che è fuori dagli schemi ma ci fa stare bene. Giulia entra così in contatto con la parte più profonda e creativa di sé stessa e si rende conto che basta poco per tornare a comunicare con il figlio. Soprattutto impara che non esistono ostacoli troppo grandi se si trova il coraggio di andare oltre i propri limiti con audacia. Perché quando si prova a condire la vita con più pepe, ci si accorge che è possibile riconquistare la spensieratezza di quell’età dell’oro in cui sono gli altri a preoccuparsi e a prendersi cura di noi.


RECENSIONI

Ogni momento è prezioso è un romanzo leggero, ma particolarmente profondo per chi sa cogliere il messaggio che la scrittrice ci regala nelle sue pagine.

Protagonista di questa storia è Basile un uomo particolare che difficilmente potrebbe risultare antipatico al lettore, è sicuramente strano, a tratti eccentrico, ma è molto introspettivo, geniale e sa parlare alle persone con il cuore. Basile è proprietario del negozio “Il bazar della zebra a pois” un luogo particolare e magico che racchiude le sue invenzioni… Basile infatti è un inventore capace di creare oggetti particolari, il cui scopo è scuotere la mente, non sono quindi oggetti qualunque, ma rari e preziosi che si possono trovare solo da lui.

La vita del protagonista si intreccerà con quella di Arthur, un adolescente in lotta con il mondo, con la scuola e con Giulia, mamma del ragazzo, con cui ha un rapporto conflittuale. Entrambi vivono un momento difficile, Giulia soffre per la separazione dal marito e per un lavoro che non la soddisfa più e Arthur non si sente compreso come non compresa è la sua passione la “street art”.
Basile che sa cosa significa non essere visti e capiti è invece capace di scorgereil suo potenziale e tra i due si instaurerà un’amicizia vera basata sulla fiducia e la stima. Giulia noterà il cambiamento del figlio che smetterà di essere apatico e noterà che finalmente i suoi occhi brillano, incuriosita anche lei andrà nel negozio di Basile il quale infonderà in Giulia la forza e la fiducia per inseguire i sogni che tanto la spaventano.

Parola d’ordine in questo libro è “felicità”, spesso la vita diventa così difficile che non siamo più in grado di stupirci ed apprezzare le piccole cose in cui la felicità si racchiude e allora la cerchiamo ostinatamente dove non possiamo trovarla, non ci permettiamo di allargare il nostro orizzonte, se lo facessimo ci accorgeremmo di quanto siamo vicini a ciò che cerchiamo.

Basile ci insegna che non bisogna mai gettare la spugna, che dai periodi bui possiamo sempre ritrovare la strada per la nostra felicità, qualsiasi essa sia. Anche quando le aspettative vengono deluse, i sogni infranti dobbiamo continuare a credere e non smettere di sognare perchè chiudersi alla vita è un errore e Basile questo lo ricorderà a Giulia che avrà la fortuna di avere vicino un uomo capace di nutrire la sua anima aiutandola a riscoprire tutte quelle emozioni che aveva soffocato.

Tutto quello che il protagonista insegnerà e suggerirà a Giulia e Arthur in realtà è un regalo che viene fatto al lettore il quale dovrà fare tesoro della parola “audacia” che significa vivere la propria vita con coraggio, quello che abbiamo quando le cose non vanno come vorremmo, quando la vita ci butta giù e noi dobbiamo rialzarci. Altro spunto che ci viene fornito è quello dell’ “l’utilità del niente”, la capacità di far spazio al vuoto e riempirlo solo di noi stessi permettendoci di far emergere la nostra unicità.

Raphaëlle Giordano attraverso i suoi personaggi porta in scena le dinamiche emotive che non appartengono solo ai personaggi, ma a tutti noi e per farlo nel suo libro, non utilizza capitoli, ma atti come in un copione teatrale in cui emergono temi delicati che possono toccare tutti noi e allora scorrendo le pagine il lettore probabilmente inizierà a desiderare gli oggetti di Basile per ritrovare un po di sé, riscoprire le proprie emozioni, il coraggio e in particolare la propria unicità.

[©Gaia Micheletti per Le frasi più belle dei Libri…]

 

Le recensioni presenti in “Le frasi più belle dei Libri…” esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione invia commenti o recensioni tramite il modulo presente nel nostro sito web.

Vota ora