“Tre” – Valérie Perrin

0
149
Nessun Voto

FRASI

“Nel cuore delle madri i figli rimangono bambini. Si prendono tutto lo spazio, ma rimangono bambini, le mamme pensano a loro come se fossero appena nati.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“La timidezza è un sacco in cui si ficca di tutto per non farsi domande.”

[Valérie Perrin, Tre]

Scopri più di questo libro

 

“Passiamo accanto a storie e persone che avrebbero potuto cambiarci la vita senza vederle a causa di un malinteso, di una copertina, di un riassunto sbagliato, di un atteggiamento prevenuto. Per fortuna certe volte la vita insiste.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“- Quando la vita prende, restituisce -. Solo che certe volte la vita si impalla, redistribuisce le carte in maniera sbagliata. Certe volte la vita mente e ci frega.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Certe volte viviamo cose talmente immaginate o temute che, quando succedono, non riusciamo ad afferrarle, ne restiamo come al di fuori.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“La vergogna e i rimpianti non si attenuano con gli anni.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“…nella vita c’è chi parte e chi resta. E c’è anche chi abbandona.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Sarà che le donne non scrivono poesie perché loro stesse sono poesie?”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Ci sono i ricordi, il presente e le vite di prima che hanno un odore diverso. Cambiando vita cambiano i profumi.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“…la conseguenza della libertà: una gioia senza ritegno che trasforma facce e corpi.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Ride da sola. Le fa bene, è come se si illuminasse dall’interno. Bisogna pur sorridere quando non rimane altro, sorridere per andare avanti.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Ho le mie piccole abitudini ormai, perché sì, spesso le abitudini sono piccole. Ho il mio lavoro, le mie serie, i miei programmi, i social, le cene e un mucchio di romanzi accanto al letto.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“L’amore non si discute.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Etienne fuma una sigaretta guardando le stelle. “Sono ad anni luce di distanza” diceva Nina. “Quello che vediamo di loro non esiste più. Le stelle sono bugie.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Gli accarezza la guancia, vecchio tragitto che la mano fa sulla sua faccia, gesti della memoria automatica, come tratti di matita sulle palpebre.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Cercava di non guardarlo, ma ogni volta, senza che lo vedesse veramente, come fosse un difetto della vista, i suoi occhi si posavano su di lui. Lo sguardo aveva una lunghezza d’anticipo sul pensiero, lo precedeva.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Siamo entrambi padroni delle ore che ci vengono regalate, come una coppia che fa l’amore per l’ultima volta, due condannati a morte coscienti che l’alba metterà la parola fine a una storia mai cominciata.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Viste di spalle le persone sono più misteriose, raccontano altre storie. I comportamenti mi interessano più degli sguardi.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“Hanno deciso di fare musica insieme, di mettere su un gruppo. […] Cominciano a buttare giù parole complicate, macchinose, inglesi, senza senso. Vogliono essere originali, non sapendo ancora che molto spesso le canzoni più belle sono di una semplicità sconcertante.”

[Valérie Perrin, Tre]

 

“I timidi non sono deboli né vigliacchi. Non necessariamente i carnefici hanno il sopravvento su di loro”

[Valérie Perrin, Tre]

 

Vota ora